Accesso rapido

Martedì, 12 Dicembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

Dicono di noi

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati
Il Messaggero
Frosinone
02.06.2007
Pagina 36

andrea spigoni, presidente della coop aliceEntro l’estate nascerà una fattoria sociale: l’impegno di Coldiretti e delle coop sociali

Entro l′estate una fattoria sociale nella provincia di Frosinone. A lanciare la proposta, la Coldiretti che, insieme a Legacoop, Camera di Commercio di Frosinone e le cooperative sociali Emmaus e Parsifal, oltre che con l′ausilio dell′Asl, propongono all′assessorato provinciale ai servizi sociali di Frosinone l′istituzione di un complesso agricolo per l′inserimento di soggetti svantaggiati, quali portatori di handicap fisici e psichici.

"La proposta - commentano l′assessore provinciale e regionale alle politiche sociali Francesco Giorgi e Alessandra Mandarelli - dovrà essere esteso anche a quelle fasce di lavoratori esclusi dai processi produttivi perché over 40 e ai ragazzi artistici, per cui esistono già progetti per il loro inserimento nel mondo del lavoro". L′esempio da seguire, la fattoria sociale cioè musa ispiratrice di questo progetto in cantiere, è la fattoria sociale di Viterbo, curata dalla Cooperativa Sociale Alice.

A spiegare il progetto è Andrea Spigoni, responsabile della cooperativa viterbese, che si dice pronto a dare una mano al progetto ciociaro insieme all′università della Tuscia "Dopo un corso di formazione per i ragazzi che attualmente lavorano nella fattoria, abbiamo ricevuto da due privati un terreno di circa 4 ettari. A lavorare all′interno della fattoria ci sono cinque persone, più undici impegnati in un tirocinio riabilitativo. Abbiamo anche aperto da poco un agriturismo a Montalto, e come se non bastasse vendiamo anche, in una piccola bottega all′interno della fattoria, tutti i prodotti del nostro appezzamento di terreno, dalla verdura al vino fino all′olio.

Abbiamo anche - continua Spigoni - attivato un percorso didattico per scuole, anche materne, al doppio fine di promuovere la nostra fattoria e avvicinare le nuove generazioni al problema del disagio psichico e fisico in maniera naturale, e senza freni inibitori o paure nei confronti dell′handicap fisico e psichico". Questo il progetto che si vuole realizzare anche nella nostra provincia.

Un progetto che dovrebbe andare in porto entro l′estate, al massimo posticipato a settembre. Disposta anche la Asl di Frosinone a lavorare per il progetto "Il problema delle categorie svantaggiate è caro alla nostra azienda - aggiunge Giancarlo Zotti, direttore dell′Asl di Frosinone - abbiamo già inserito 8 diversamente abili (e fra breve altri due) nel nostro organico e in questo progetto non ci tireremo indietro ma anzi contribuiremo a rafforzarlo".

Claudia Iorio

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...