Accesso rapido

Sabato, 22 Settembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Donne – Nel Lazio una su tre ha subito violenza

15.05.2008 | immagine decorativa 1 | Invia ad un amico | Stampa

volto di donnaUna donna su tre nel Lazio ha subito violenza. È il 31% della popolazione laziale femminile, di età compresa fra i 18 e i 70 anni. Violenza di tipo psicologico (18%) e fisico (7%) e molestie sessuali (16%): i carnefici di tanta inciviltà sono prevalentemente estranei (57%) mentre le violenze sono operate soprattutto da mariti e fidanzati (34%) e dall’ex partner (18%), in questo caso quasi sempre all’interno delle mura domestiche (40%). I dati sono stati elaborati dalla commissione consiliare speciale Sicurezza e dall’assessorato Affari istituzionali, enti locali e sicurezza della Regione e presentati oggi nell’ambito dell’ultima giornata di lavori del Forum PA, in corso a Roma.

La ricerca ha preso in considerazione un campione di 1100 donne residenti nel Lazio. Se il 49% delle vittime di molestie e il 51% delle vittime di maltrattamenti hanno tra i 18 e i 34 anni, le vittime di violenza psicologica si distribuiscono su tutte le fasce d’età. Le molestie sessuali si sono verificate soprattutto sui mezzi pubblici (22%), per strada (18%) e sui luoghi di lavoro (20%). Il 78% delle intervistate considera le violenze psicologiche molto e abbastanza frequenti (78%) ma restano piccole percentuali di donne che non sono in grado di valutare la frequenza delle violenza subite, 8% per le molestie e i maltrattamenti e 7% per le violenze psicologiche. Tra le vittime di molestie sessuali, il 57% ne ha parlato con amici, il 33% con familiari e il 9% con il Telefono Rosa e i Centri antiviolenza. Tra le donne che hanno subito invece violenza psicologica, il 42% ne ha parlato con qualcuno, il 19% con un avvocato o le Forze dell’Ordine.

Fonte: Agi

Tag associati

Commenti

RENDE, INIZIATIVA A FAVORE DEL CENTRO CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE
scritto da Luciano Mallamaci - 20.10.2008
> l′Ingegneria Computazionale">
> IL CESIC PER IL CENTROANTIVIOLENZA DI COSENZA


Si è concluso il corso di Formazione erogato su base volontaria dai dipendenti di Nec Italia del Cesic di Rende (CS), nell’ambito dell’iniziativa “Make-a-Difference Drive (NEC MDD)" alle donne del “Centro contro la violenza alle donne - Roberta Lanzino”.

L’iniziativa è stata accolta favorevolmente dalle volontarie del Centro “Roberta Lanzino” che quotidianamente sono impegnate nella lotta contro la violenza alle donne. Nel plaudire all’iniziativa, le rappresentanti del Centro hanno inteso formalmente ringraziare NEC Italia con una lettera inviata ai responsabili del Cesic in data 29-07-2008, nella quale si sottolinea che le partecipanti al corso

“a partire dalle minime conoscenze di base, hanno acquisito, a fine corso, autonomia di implementazione dei dati ed elementi necessari e sufficienti a diffondere le esperienze del Centro nella RETE”.



Il CESIC e Nec Italia ringraziano tutte le partecipanti al corso ed i responsabili del Centro Roberta Lanzino per l’entusiasmo e la motivazione profusi nell’iniziativa, consentendo così a Nec di proseguire nel suo incessante impegno a favore di comunità impegnate nel sociale, con l’obiettivo di offrire un contributo allo sviluppo di un modello di società arricchito e solidale.

Luciano Mallamaci
Centro di Supercalcolo per l′Ingegneria Computazionale
http://www.cesic.unical.it
Sezione "News & eventi"

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...