Accesso rapido

Venerdì, 17 Agosto 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Regione Lazio – Una mozione per le coop sociali

terzo settoreUna mozione per la promozione del lavoro delle cooperative sociali che operano per Asl ed enti regionali per l’inclusione lavorativa di persone svantaggiate. Il Consiglio della Regione Lazio approva oggi all’unanimità la mozione a sostegno della cooperazione sociale. Soddisfatto Maurizio Marotta, presidente del Consorzio Coin, che raccoglie a sé più dei 50 cooperative sociali integrate. “Ci auguriamo che l’importante atto del Consiglio regionale possa essere recepito dalla giunta e dagli enti regionali preposti – dice Marotta -, in modo che le cooperative sociali possano continuare a gestire gli appalti di forniture e servizi per conto dell’amministrazione regionale e degli enti dipendenti nell’area delle gare riservate a questo tipo di impresa”.

 

La mozione impegna la Giunta e gli enti dipendenti ad adottare comportamenti coerenti alla legislazione regionale e nazionale in materia di cooperazione sociale.

La prima firmataria della mozione, M. Antonietta Grosso (Pdci) ha commentato “Con la legge solidarietàregionale 24/96 abbiamo favorito l′inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Di fronte alla preoccupazione dell′indizione di gare non riservate alle sole cooperative sociali del servizio di Recup o del frazionamento di questi servizi in diverse gare, era opportuno garantire che l′impegno assunto continuasse.′′

La legge regionale 24/96 ha lo scopo di sostenere la diffusione della cooperazione sociale nelle sue diverse forme (di gestione di servizi socio-assistenziali, sanitari, ed educativi; di inserimento lavorativo; consortile, così come ai sensi dell’art. 1 e 8, L.381/91) quale strumento di espansione del sistema di protezione ed integrazione sociale legato al territorio, e quale opportunità di creazione di nuova occupazione promuove, favorisce e sostiene lo sviluppo delle cooperative sociali riconoscendone il ruolo di promozione umana e di integrazione sociale con particolare riferimento alle persone svantaggiate.

C. I.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...