Accesso rapido

Lunedì, 10 Dicembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Troppo comodo 28-05-2018, ore 20:17 scritto da Angelo
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Disabili - Una guida per proteggersi dalle discriminazioni

26.09.2008 | immagine decorativa 1 | Invia ad un amico | Stampa

Una guida per proteggersi dalle discriminazioni. Redatta dal comitato scientifico Anffas si rivolge alle persone disabili, ai loro familiari, alle associazioni e agli operatori giudiziari.
Nel volume si trovano descritte in maniera dettagliata tutte le tipologie di discriminazione. Nel testo si spiega che le disparità di trattamento possono rientrare in due categorie fondamentali di discriminazione: diretta e indiretta. Si ha una discriminazione diretta quando per motivi connessi alla disabilità una persona viene trattata meno favorevolmente di quanto sarebbe trattata una persona non disabile nella stessa situazione. Si ha discriminazione indiretta quando una disposizione, una prassi, un atto, un patto o un comportamento apparentemente neutri mettono una persona con disabilità in una posizione di svantaggio rispetto ad altre persone. Si legge ancora nel testo: “sono, altresì, considerati come discriminazioni le molestie ovvero quei comportamenti indesiderati, posti in essere per motivi connessi alla disabilità, che violano la dignità e la libertà di una persona con disabilità, ovvero creano un clima di intimidazione, di umiliazione e di ostilità nei suoi confronti".
Il testo riserva un capitolo a parte alla discriminazione ambientale, ovvero "quella discriminazione legata all′ambiente di intimidazione, di umiliazione e di ostilità creata verso la persona con disabilità. E′ in questo ambito che l′opera di aiuto e sostegno della famiglia, del mondo dell′associazionismo e degli operatori giudiziari deve essere più presente e professionale".

Il consigliere Anffas, Giovanni Provvidenza, spiega che gli stessi disabili sono ritrosi a denunciare gli episodi di violenza subiti. Provvidenza, facendo riferimento alla legge emanata nel 2006, che tutela dalla discriminazione i portatori di qualche forma di handicap, fa notare che non c’è stato alcun provvedimento dell’autorità giudiziaria emanato ai sensi della normativa; commenta il consigliere:”mi risulta difficile credere che nessuna persona con disabilità sia stata mai vittima di discriminazione negli ultimi due anni. Dire, sapere o denunciare di essere stati discriminati, insomma, pare che determini nella persona con disabilità (e nei suoi familiari) la stessa preoccupazione e ritrosia che determinava nella donna il denunciare la violenza sessuale subita".

Per questo nella guida si specifica a chiare lettere:”subire una discriminazione non è colpa di un modo di essere della vittima, ma della meschinità di un modo di fare del soggetto agente colpevole. E se non si denuncia la violenza subita, non si può pretendere che simili fatti vengano stigmatizzati e puniti dalla società”.

L. R.


Tag associati

Commenti

discriminazione
scritto da domenico - 31.08.2013
ero iscritto ad anfas, ancora oggi sono discriminato perfino dal giudice del lavoro che pur conoscendo la verità da ragione all′ausl dove lavoro, già nel 2006 denunciai tutto ciò alla stessa anfas dopo di che non vi stato seguito . se volete posso dimostrarvi con documenti e persino filmati quello che hanno attuato nei miei confronti .

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...