Accesso rapido

Lunedì, 10 Dicembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Troppo comodo 28-05-2018, ore 20:17 scritto da Angelo
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Sanità - Contro il deficit, tagli e ticket

Sanare i debiti della sanità laziale si può. Tagli e ticket sono le armi usate per farlo. Ieri sono stati annunciate ulteriori misure del piano di riordino della rete ospedaliera. Saranno eliminati 500 posti letto per acuti, in strutture pubbliche e private. La Regione Lazio, inoltre, intende introdurre con decreto commissariale nuovi ticket per prestazioni sanitarie. I ticket, salvo esenzioni, riguarderebbero le diagnostiche e le specialistiche: 3 euro per le nuove prestazioni di laboratorio, 5 per fisioterapia, 10 per le tac e 15 per le risonanze magnetiche, più 0,50 per ogni ricetta farmaceutica.

Il governo ha imposto l’obiettivo dei 3,5 posti letto per mille abitanti entro il 2009. C’è ancora l’esigenza di tagliare.
Lucio D′Ubaldo, presidente di Laziosanità-Asp, ha commentato: “sulla sanità grava il macigno di politiche frammentarie e incoerenti. L′urgenza divora la razionalità. Prima dovremmo stabilire le linee di programmazione (Piano Sanitario) e successivamente gli interventi di riordino (Rete Ospedaliera) invece si fa il contrario. Si rinvia a data da destinarsi - ha aggiunto – la definizione del Piano Sanitario, quasi a derubricare questo documento fondamentale a mera copertura ex post di scelte contingenti e magari casuali. Intanto alcune province scenderanno ben al di sotto dei 3 posti letto ogni mille abitanti”.

La notizia dei nuovi tagli alle cliniche ciociare ha scatenato le proteste dei lavoratori della sanità. Ieri a Frosinone, guidati in corteo dalle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil e Ugl, hanno manifestato contro gli annunciati tagli e in particolare contro la prossima chiusura di 4 cliniche private in tutta la provincia di Frosinone, che porterà alla scomparsa di centinaia di posti di lavoro. Richiesto un incontro con la Asl. Presenti alla manifestazione dipendenti della Santa Teresa di Isola Liri, di Villa Gioia di Sora, Sant’Anna e Villa Serena di Cassino.

Le sigle sindacali hanno apertamente dichiarato di non essere disponibili ad accettare un piano di rientro che metta a rischio in maniera così massiccia il livello occupazionale dei dipendenti. Pietro Maceroni della Cisl denuncia una “controriforma, che mette in difficoltà lavoratori e sanità”. Si contestano soprattutto i 3mila tagli di posti letto mancati a Roma. “Lì ne verranno tagliati 400, qui invece 200: una sproporzione assurda”. Gli stessi punti sono stati contestati da Scalia, che in una riunione la scorsa settimana ha proposto di riequilibrare i tagli non in base ai posti letto minimi ma in base alla popolazione di riferimento censita nel 2007.
Ieri pomeriggio un nuovo tavolo di concertazione si è aperto in Regione, con i vertici della Asl, i dirigenti delle cliniche appoggiati da Confindustria, le associazioni di categoria. La nuova proposta arrivata prevede la riduzione a venti posti letto per clinica. Fabio Miacci, dirigente della S. Teresa ha definito il provvedimento “tecnicamente e giuridicamente improponibile”.

L. R.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...