Accesso rapido

Venerdì, 19 Aprile 2019

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White
Re: Richiesta servizio 30-01-2019, ore 12:23 scritto da Renato
Richiesta servizio 06-01-2019, ore 11:23 scritto da Martina
Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Regione Lazio – Caschi gialli schierati contro il bullismo

silvia costa

Contro il bullismo arrivano i “Caschi gialli”. La proposta è dell’assessore all’Istruzione della Regione Lazio.

Silvia Costa l’ha presentata nel corso del seminario «Bullismo, analisi, tipologie, modelli di intervento a confronto», che si svolto a Roma nella sede della Regione.

Nello specifico i caschi gialli sono ragazzi che a scuola fanno da tutor ai loro compagni. Il progetto, ideato da padre Jonas, esperto internazionale dell’Onu, prevede la formazione di 50 ragazzi come «operatori di pace» e mediatori dei conflitti. Un vero e proprio progetto di educazione alla pace rivolto alle generazioni in età scolare, nella convinzione che i messaggi e i comportamenti positivi se veicolati dai propri pari hanno più efficacia.

Spiega Costa: «bisogna rafforzare l′esperienza del tutoraggio tra pari, già sperimentata a Roma: il primo giorno di scuola il bambino di prima elementare viene affidato ad un tutor, un bambino di quinta».

Contro il bullismo l’assessore ha proposto anche d’individuare una scuola-polo in ogni provincia del Lazio e nel Comune di Roma, in rete con altre scuole e in collaborazione con le università.
Infine, ha ricordato altri progetti della Regione avviati nel quadro degli interventi volti alla prevenzione del disagio giovanile e del fenomeno del bullismo, «come Assessorato all′Istruzione - ha sottolineato Silvia Costa - abbiamo promosso numerosi progetti, tra i quali Orientamedia, un progetto di orientamento dalle scuole medie alle superiori, uno di prevenzione del disagio giovanile e infine un altro di promozione della salute mentale in preadolescenza».

L. R.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...