Accesso rapido

Domenica, 19 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Scuola – La Fish contro le classi numerosi con disabili

 

 

Nella riunione della Conferenza unificata, convocata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, si discuterà della riorganizzazione della rete scolastica e la revisione dell′assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell′infanzia e del primo ciclo di istruzione.

Il governo chiederà, inoltre, di eliminare la discrezionalità nell′aumento del numero di alunni delle classi che hanno un disabile, una richiesta che è già stata più volte inoltrata al ministro dell′istruzione e che finora è rimasta senza alcuna risposta.

In una nota della Fish si legge che il confronto riguarderà "lo schema di regolamento sugli organici e la formazione delle classi, in attuazione dell′articolo 64 del Decreto Legge 112/08, convertito dalla Legge 133/08, nel quale vengono affrontati alcuni aspetti che potrebbero pregiudicare la qualità dell′inclusione scolastica di moltissimi alunni con disabilità".

La Fish fa notare che all′articolo 7, comma 2 di tale schema si legge che "le classi frequentate da alunni con disabilità non possono avere, di norma, più di 20 alunni", ma nel successivo comma 3 si afferma in contrasto con questo principio che: "le classi e le sezioni delle scuole ed istituti di ogni ordine e grado che accolgono alunni con disabilità possono essere costituite anche in deroga al limite previsto dal comma 2". Visto questo contrasto si invita nuovamente il governo "ad eliminare dal testo in discussione il citato comma 3 dell′articolo 7".

La Fish chiede inoltre che gli enti locali facciano proprie “le richieste del movimento per i diritti delle persone con disabilità, per contrastare il serio rischio che con il via libera a classi eccessivamente numerose venga affossato il livello della qualità della inclusione scolastica e di tutto il sistema di istruzione italiano"

C.C.

La foto è tratta da: www.prodigio.it/articoli.asp?idarticolo="41


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...