Accesso rapido

Sabato, 22 Settembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Legacoop - Cooperatrici sulle terre confiscate alla mafia

vigneto_flickr_acetosa888_410.jpg

 

Un gruppo di persone ha deciso di mettere a disposizione tempo ed energie sui campi confiscati alla mafia, e ora gestiti dalla piccola e coraggiosa cooperativaLavoro e non solo”.

Stiamo parlando di volontarie della Unicoop Tirreno (socia sostenitrice della cooperativa in questione), una squadra di sedici donne che, pagandosi il viaggio e utilizzando le proprie ferie, trascorreranno sei giorni (dal 3 al 9 maggio) a Corleone.

Con loro, a rendere l’esperienza ancora più viva, ci sarà anche una bambina di cinque anni, Domitilla, figlia di una delle partecipanti.

 

Alloggeranno nella palazzina confiscata al boss Totò Riina e coltiveranno vigne di Chardonnay e Nero D’Avola, nonché i campi di pomodori, un tempo di proprietà dei prestanome di Bernardo Provenzano.

Ci saranno anche lenticchie da insacchettare e un agriturismo da arredare.

 

Le volontarie avranno modo di conoscere rappresentanti della lotta alla mafia come Rita Borsellino (sorella del giudice Paolo), il senatore Giuseppe Lumia (Commissione parlamentare antimafia), Pippo Cipriani (ex sindaco di Corleone, oggi sotto scorta), il sindaco di Gela, Rosario Crocetta e gli anziani sopravvissuti alla strage di Portella della Ginestra del 1° maggio 1947.

Chiunque fosse interessato a partecipare ai campi di lavoro estivi a Corleone può rivolgersi all’Arci di Piombino (tel. 0565.221310) o visitare il sito internet www.arci.it.

A.S.

La fotografia è tratta dal sito internet Flickr ed è di acetosa888

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...