Accesso rapido

Domenica, 23 Settembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Forum TS - «La Regione Lazio riduca l’Irap per le coop»

 

Dopo l’importante incontro del 5 maggio, che ha visto tutto il Terzo settore del Lazio, gli Enti locali e i professionisti del sociale, impegnati nel dibattito e nella discussione di emendamenti alla proposta di legge regionale sulla riorganizzazione dei servizi sociali, è seguito un altro appuntamento rilevante di settore.

 

Il 7 maggio, infatti, presso la sede  della Regione Lazio, una delegazione del Forum del Terzo Settore Lazio, composta dalle centrali della cooperazione sociale laziale, ha incontrato l′assessore regionale al bilancio, programmazione economico-finanziaria e partecipazione Luigi Nieri, per illustrare le difficoltà che questo settore incontra a causa della crisi presente.

Tra le proposte presentate all’assessorato, particolarmente rilevante quella sulla riduzione o

esenzione dall’Irap per le cooperative sociali della regione Lazio.

Nonostante le riduzioni d’aliquota introdotte dalla Finanziaria 2008, l’Irap (imposta regionale sulle attività produttive) è una tassa che comporta, sul territorio della regione Lazio, un carico fiscale quasi del  5%. L′Irap colpisce di più, in maniera diretta ed immediata, le strutture con un numero maggiore di dipendenti rispetto a quelle con un numero minore di dipendenti e colpisce particolarmente quelle organizzazioni giuridiche il cui costo del lavoro è maggiore rispetto alle altre componenti di reddito.

Per le cooperative sociali il costo del personale costituisce il 80-85% dell′imponibile dell′Irap, addirittura superiore alla media delle altre imprese (non sociali e quindi profit) in cui la base imponibile Irap non è composta per oltre il 65-70% circa dalle spese del personale. I risultati sono del tutto evidenti: viene tassata di più l′organizzazione giuridica che esprime proporzionalmente il costo per il personale maggiore, anche se si tratta di una impresa sociale che ha quale finalità certificata l′inserimento lavorativo di persone svantaggiate o che svolge servizi nell′area socio-sanitaria.

Già 13 Regioni su 20 hanno provveduto a legiferare concedendo esenzioni o riduzioni d′aliquota per le cooperative sociali, mentre la Regione Lazio applica l’aliquota Irap più alta a livello nazionale per le cooperative sociali. Un intervento di riduzione significativa dell’aliquota Irap rappresenterebbe un segnale concreto e tangibile nei confronti di un settore che, negli ultimi anni, è stato fortemente penalizzato dalla presenza di una tassazione eccessiva e inadeguata al valore sociale dell’attività svolta.  

 

Documenti

La proposta

 

News correlate


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...