Accesso rapido

Sabato, 18 Agosto 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Welfare – Conferenza nazionale sulla disabilità

 disabile_natura_flickr_bunnyandcoco_410x307.jpg

 

Tre giorni per discutere del futuro delle persone con disabilità, facendo il punto della situazione dopo la ratifica italiana della Convenzione Onu dedicata ai loro diritti. A ottobre il Ministero del welfare organizza a Torino gli Stati generali della disabilità in cui verranno coinvolte istituzioni e associazioni.

Quest′appuntamento sarà un momento di riflessione e confronto tra le istituzioni, il mondo dell′associazionismo e la società civile per fare il punto sull′efficacia delle politiche di inclusione, sostegno e pari opportunità delle persone disabili e delle loro famiglie in Italia. L′appuntamento riguarderà davvero tutti: disabilità fisiche, mentali, sensoriali, intellettive, cognitive e relazionali.

Ha le idee chiare la Fish, la Federazione italiana per il superamento dell′handicap, una delle più importanti realtà del paese. Risorse economiche, concretezza, monitoraggio delle scelte compiute sono i tre criteri principali. «Le questioni centrali - dice il presidente Pietro Barbieri - sono due: il governo italiano deve prima di tutto chiarire che tipo di politiche intende adottare, se di tipo risarcitorio come è successo finora oppure di tipo inclusivo. Ci aspettiamo un piano nazionale di interventi che dia una vera svolta all′applicazione della Convenzione Onu sui diritti delle persone disabili, che sia sostenibile dal punto di vista economico e che venga continuamente monitorato». Dalla Fish, in sostanza, la richiesta è quella di avere come risultato finale non una "dichiarazione di intenti" ma assoluta concretezza.

 

Fonte: Superabile.it


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...