Accesso rapido

Sabato, 22 Settembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Calabria – Giovani uniti contro le mafie

 

In occasione dell’anniversario dell′uccisione del giudice Antonino Scopelliti, vittima della ‘ndrangheta nel 1991, dal 9 al 10 agosto si è svolta a Reggio Calabria la terza edizione del meeting Legalitàlia, organizzato dal movimento Ammazzataci tutti. Il meeting dei giovani antimafia quest’anno ha avuto un’apertura internazionale per parlare di legalità, di giustizia, di cultura, di scuola e formazione, di politica e di società. «L′obiettivo principale di questa “internazionalizzazione” è la diffusione di un′immagine positiva dell′Italia, conosciuta oggi all′estero per lo più per il trinomio “Pizza-Mandolino-Mafia”. – spiegano gli organizzatori - Ma allo stesso tempo, oltre all′azione “mediatica”, questa terza edizione di Legalitàlia si prefigge l′obiettivo di sviluppare percorsi sinergici a livello internazionale in materia di contrasto alla criminalità organizzata ed alla promozione di piani di risanamento e rilancio economico e sociale del Sud d′Italia, che saranno successivamente avviati da “Ammazzateci tutti” con la garanzia di partners istituzionali nazionali ed esteri, a partire dagli Stati Uniti d′America, i quali hanno manifestato grande attenzione al fenomeno ′ndrangheta (inserita nella Black list delle 10 organizzazioni criminali più temibili al mondo), ma anche alle forme di contrasto civile e sociale ed ai soggetti volti a contrastarla, come “Ammazzateci tutti”».

Dall’edizione di quest’anno è stato inoltre istituito il Premio “Antonino Scopelliti”, un riconoscimento verso chi, con il proprio lavoro, nella propria azione sociale ed istituzionale profonde con l′esempio ideali di etica, coerenza e coraggio, ed in modo particolare è impegnato per la promozione dei valori della libertà, della democrazia e della legalità. Il vincitore della prima edizione del Premio è stato individuato dalla nella persona del dott. Salvatore Boemi, magistrato in pensione, già procuratore aggiunto presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria ed oggi Commissario della Stazione Unica Appaltante della Calabria.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...