Accesso rapido

Domenica, 19 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Alunni disabili – Il Ministero corre ai ripari


Una nota ministeriale rivolta agli uffici scolastici regionali per raccomandare di seguire con la dovuta attenzione i casi di classi con numero di alunni disabili che andrebbe al di là della normativa vigente per intervenire prontamente in rapporto alle specifiche situazioni. È questa la risposta del ministero per la Pubblica istruzione al comunicato stampa della Fish, la Federazione italiana per il superamento dell′handicap, che esprimeva preoccupazione per la presenza di classi formate da più di trenta alunni con al loro interno sino a tre o quattro alunni con disabilità, paventando il rischio di un massiccio ricorso alla magistratura da parte dei genitori di questi alunni. Questo perché gli uffici scolastici, interpellati dalle famiglie di studenti colpiti dal sovraffollamento, avrebbero risposto con l′affermazione di una supposta impossibilità ad agire diversamente, smentendo il decreto legge n.81 del 2009 e la circolare ministeriale n.169, sempre del 2009, sulla costituzione delle classi e gli organici di diritto.
La nota propone anche al capo del Dipartimento per l′istruzione e al direttore generale del personale della scuola un eventuale monitoraggio sulla formazione delle classi teso ad accertare l′effettiva consistenza del fenomeno segnalato. «Questa nota - commenta Salvatore Nocera, vice-presidente della Fish - stimola le famiglie ed i docenti a segnalare ai rispettivi uffici scolastici regionali e all′indirizzo e-mail del ministero tutti i casi di classi anomale che danneggiano la qualità dell′integrazione scolastica».

M.S.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...