Accesso rapido

Domenica, 19 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Sicilia - Promessa di un nuovo Welfare

Un tavolo permanente presso la presidenza della regione siciliana per monitorare la corretta applicazione delle politiche di welfare in Sicilia, che si riunirà già il prossimo 9 dicembre. Una norma nella prossima legge finanziaria per garantire che i finanziamenti alle politiche sociali non siano utilizzate dai Comuni per altre finalità. Avvio di una attività ispettiva nei confronti dei Comuni morosi e istituzione di un ufficio speciale presso la Presidenza per l′integrazione socio-sanitaria. Sono gli impegni assunti dal presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, a conclusione dell′incontro svoltosi a Palazzo d′Orleans con una rappresentanza dell′ampio mondo della cooperazione (Agci, Confcooperative, Legacoop, Unicoop) e delle organizzazioni sociali che si occupano delle persone disabili, non autosufficienti, fragili, firmatarie di un protocollo d′intesa per la tutela dei diritti di questi cittadini.

L′incontro ha fatto seguito ad una mobilitazione degli oltre 40 mila addetti del settore che avevano proclamato lo stato di agitazione nei giorni scorsi. «La Regione - ha detto Lombardo - guarda con grande interesse all′attività svolta dalle cooperative che si occupano dell′assistenza  in moltissimi settori della nostra vita sociale. Ad esse vogliamo offrire la certezza che la loro azione sia stabilizzata e incentivata, tenuto conto delle sempre maggiori richieste che vengono dai nostri comuni. Non c′è da parte nostra - ha concluso il governatore - alcuna volontà di smantellare il sistema di welfare, anzi intendiamo rilanciare la nostra azione sia con un intervento legislativo organico sia con un maggior coinvolgimento di tutti i soggetti che operano in questo settore».

M.S.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...