Accesso rapido

Venerdì, 14 Dicembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Troppo comodo 28-05-2018, ore 20:17 scritto da Angelo
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Mediazione familiare - Psicologi soddisfatti: annullata legge del Lazio



La Corte Costituzionale ha stabilito l′illegittimità della legge regionale 26/2008 del Lazio: è "in contrasto con il principio fondamentale in materia di regolamento delle professioni, in base al quale spetta esclusivamente allo Stato l′individuazione delle figure professionali con i relativi profili e i titoli abilitanti".
La norma istituiva la figura professionale del mediatore familiare e istituiva altresì il relativo elenco regionale. Soddisfatta Marialori Zaccaria, Presidente dell′Ordine degli Psicologi: "le competenze dello psicologo, esplicate all′interno della mediazione familiare, non possono e non devono essere sostituite da altre figure professionali, soprattutto nella logica di garantire l′utenza".
"Abbiamo ritenuto opportuno - prosegue la Zaccaria - porre all′attenzione della Presidenza del Consiglio dei ministri come la Legge, nell′equiparare ai fini dell′iscrizione nell′elenco di mediatore familiare titoli di natura profondamente diversa, quali, ad esempio, la laurea in Psicologia con corsi di mediazione familiare della durata di 500 ore, si ponesse in netto contrasto con il principio di tutela dell′utenza ed inducesse a confondere fra loro le competenze esclusive di ciascuna figura professionale coinvolta nel delicato percorso della mediazione familiare".

Mi.Mi.

Fonte: SuperAbile

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...