Accesso rapido

Venerdì, 19 Aprile 2019

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White
Re: Richiesta servizio 30-01-2019, ore 12:23 scritto da Renato
Richiesta servizio 06-01-2019, ore 11:23 scritto da Martina
Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Sardegna - Per i servizi sociali serve un piano di rientro



Antonello Liori, Assessore alla Sanità e ai Servizi Sociali della Sardegna ha illustrato la situazione sanitaria della propria regione: «Partiamo da una situazione difficile, siamo sottoposti ad un rigoroso piano di rientro. La spesa va decisamente migliorata e riequilibrata: quella ospedaliera è fortemente sbilanciata a danno di quella territoriale, ci sono problemi con quella farmaceutica e quella per il personale è superiore rispetto agli standard, l′assetto organizzativo deve essere rivisitato, affinché il sistema ne benefici e la qualità dell′assistenza possa migliorare».
La Giunta regionale, infatti, sta cercando di accelerare i tempi per poter approvare la riforma sanitaria.
L′assessore si è dichiarato contrario all′Agenzia regionale della sanità e alla Asl unica regionale, ma ha ribadito che è forte e costante l′impegno per migliorare, lavorando insieme a esperti dell′Agenzia nazionale della Sanità, il nuovo Piano socio-sanitario, giungengo all′ integrazione dei due settori, «così da portare ad una migliore gestione delle risorse e ad una migliore qualità dell′assistenza».
Un ultimo appunto dell′assessore Liori è stato fatto sui finanziamenti statali: «Non è vero che la Sardegna è sottofinanziata e quindi spende meno rispetto alle altre regioni. Infatti, la quota pro capite che spetta alla nostra regione (stabilita non solo in base agli abitanti, ma anche ad altri parametri tra i quali l′età degli assistiti) è di 1.758,76 euro, inferiore solamente ad altre quattro regioni (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) ed alla provincia autonoma di Bolzano. Non si tratta di pretendere più soldi da Roma, ma di razionalizzare i costi ed ottimizzare la struttura, garantendo un′assistenza migliore di quella che garantiamo oggi».

Fonte: SuperAbile

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...