Accesso rapido

Giovedì, 23 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Credito - "Salvastipendi" per le cooperative sociali



La crisi economica ha peggiorato i ritardi di incasso dei crediti che le cooperative sociali vantano nei confronti della pubblica amministrazione. Sono almeno 25 i miliardi di euro che vengono pagati con tempi più che doppi rispetto alla media europea. Secondo l′Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici, il ritardo medio in Italia è di 128 giorni, con punte che superano i due anni. Nel complesso, i ricavi provenienti dalla pubblica amministrazione costituiscono il 70% del fatturato totale di queste imprese, mentre gli stipendi sono la più importante voce di costo (60%).

La questione pagamenti rischia così di mettere in ginocchio il mondo delle cooperative sociali, dal momento che due terzi di loro hanno principalmente entrate di origine pubblica. Molte minacciano di uscire di scena, con pesanti impatti sulla comunità in termini di servizi alla persona, nei settori cruciali della sanità, dell′assistenza e dell′istruzione. Le cooperative sociali sono escluse dalla cassa integrazione ordinaria e straordinaria; la cassa integrazione in deroga, teoricamente applicabile, è uno strumento che le regioni finanziano con difficoltà crescente.

A fronte di ciò, Banca Prossima ha presentato un nuovo prodotto finanziario, "Salvastipendi" : la soluzione messa a punto in favore delle cooperative sociali che vantano fatture verso la pubblica amministrazione. Si rivolge alle 9.500 realtà operanti in Italia, con oltre 300 mila dipendenti e una produzione di servizi a beneficio di almeno 5 milioni di cittadini.

La situazione economica precedentemente illustrata fotografa dunque una situazione difficile, ed è per questo che sono state messe in campo due misure di accesso al fondo molto particolari: la prima riguarda Cooperfidi Italia, il consorzio nazionale di garanzia promosso dalle tre grandi centrali cooperative italiane (Agci, Confcooperative e Legacoop), che copre le cooperative con la propria garanzia, facilitandone l′accesso e minimizzando i costi del servizio; nell′ultimo Cda infatti Cooperfidi Italia ha deliberato garanzie per un milione di euro relative al ‘Salvastipendi”; la seconda relativa alle cooperative, che richiedendo "Salvastipendi", accedono al Fondo per lo sviluppo dell′impresa sociale di Banca Prossima, con un netto vantaggio per la valutazione creditizia. L′anticipo offerto da "Salvastipendi", può arrivare a coprire fino a sei mesi del costo del lavoro dell′organizzazione. Le somme erogate devono essere impiegate esclusivamente per il pagamento degli stipendi e di imposte e contributi ad essi relativi.



Il costo del finanziamento fa riferimento all′indice Euribor 3 mesi, con uno spread dello 0,55% (oggi il valore assoluto è 1,65%) a seconda del rating. «Banca Prossima dunque - afferma Corrado Passera, consigliere delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo - si conferma così tassello necessario a completare il disegno di "Banca per il Paese", dando risposta alle esigenze dell′economia del bene comune, che crea occupazione, servizi, coesione sociale. Con "Salvastipendi", si dedica alle più pesanti problematiche del terzo settore: i ritardi di pagamento e la raccolta fluidi». «La nostra crescita - prosegue Marco Morganti, amministratore delegato di Banca Prossima - è convincente perché sta avvenendo in tutta Italia, verso organizzazioni di ogni tipo e con una qualità del credito a livelli di eccellenza. Banca Prossima è però anche un laboratorio di iniziative nuove, che nascono dall′incontro quotidiano con il non profit. All′origine di "Salvastipendi" sta l′ascolto di tanti responsabili di cooperative sociali che non vogliono rassegnarsi a scaricare sui dipendenti i ritardi del sistema. Molti di loro arrivano a offrire come garanzia i propri mezzi personali. Vogliamo andare oltre questa situazione».

Un′azione concreta apprezzata soprattutto dai possibili fruitori dello strumento finanziario, le cooperative. Mauro Gori, Presidente di Cooperfidi Italia, sottolinea infatti quanto «la semplicità e l’efficacia dei prodotti finanziari siano caratteristiche che riscontriamo spesso nell’interlocuzione con Banca Prossima - con la quale Cooperfidi Italia ha una convenzione afferente all’auto costruzione - e con Intesa Sanpaolo. Un altro pezzo di merito va ascritto al coraggio di Banca Prossima e di Cooperfidi Italia, il consorzio fidi della cooperazione italiana, di affrontare una situazione scandalosa come quella dei ritardi di pagamento della pubblica amministrazione. Tutti abbiamo speso parole di denuncia. Chi doveva produrre fatti ha prodotto invece solo una legge che non funziona. In molte realtà, il non pagamento delle prestazioni erogate sulla base di un regolare contratto non si è ancora scaricato sui cittadini con la cessazione del servizio solo per il senso di responsabilità e la capacità di sacrificio, in primis economico, di migliaia e migliaia di operatori delle cooperative sociali. Quanto possa durare questa situazione è difficile dirlo».

Fonte
Legacoop

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...