Accesso rapido

Domenica, 19 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Disabili/scuola - Il Miur pubblica i suoi dati, "Repubblica"...anche!



Il ministero dell′Istruzione ha pubblicato la nuova indagine statistica sugli alunni disabili: i dati si riferiscono all′anno scolastico 2009/2010, con un′anticipazione dei dati dell′anno 2010/2011. Secondo i numeri più aggiornati, nel 2010/2011 l′incidenza percentuale degli alunni con disabilità è del 2,3% (208.489 unità) sul totale degli studenti. La maggiore incidenza percentuale riguarda la scuola primaria e la scuola secondaria di I grado: rispettivamente il 2,8% e il 3,4%. Il 91,9% degli alunni con disabilità si iscrive nella scuola statale, l′8,1% nella paritaria. Il sistema statale è scelto dalla stragrande maggioranza dei genitori, dunque. Nell′anno 2010/2011, infine, i docenti di sostegno rappresentano il 12,1% del totale, passando dalle 57.248 unità dell′anno scolastico 1998/1999 alle 94.506 unità dell′anno 2010/2011. Dal 2009/2010 al 2010/2011, i docenti di sostegno sono aumentati del 6%.

Contestulamente, e contemporaneamente, anche il quotidiano "Repubblica", per mezzo di articolo firmato da Salvo Intravaia, è tornato sull′argomento, concentradosi però su un dato chiesto insistentemente, negli ultimi anni, dalle principali associazioni che si occupano di disabilità, Fish in testa, che però fino a questo momento non sono riusciti ad ottenerlo: il sovraffollamento. E proprio di questo argomento pare non ci sia traccia nel rapporto del Miur. Il 13% delle classi con un alunno disabile conta più di 20 studenti, con un picco del 23% nella scuola secondaria di primo grado; circa 25.000 classi con più di un ragazzo con disabilità. Dati preoccupanti, che per il momento tuttavia non trovano riscontro ufficiale, ma che Fish, ritiene "attendibili", e che, se confermati, validerebbero la tesi di Salvatore Nocera, vicepresidente della Fish: "il grande problema dell′inclusione scolastica non è il sostegno, ma il sovraffollamento". Su Repubblica.it, si parla di "classi-pollaio, disabili stipati in aule superaffollate e anche in più d′uno per classe. Situazioni che in teoria la normativa vigente non ammette. Ma che  - prosegue Salvatore Nocera -per racimolare qualche posto in organico tutti tolleravano: il ministero, i direttori regionali e i provveditori". "L′articolo fa riferimento al dpr 81/2009 - conclude - che all′articolo 5 comma 2 stabilisce il tetto di 20 alunni per le classi con uno studente disabile. Non ci risulta che il ministero abbia ancora tirato fuori questo dato, che tanto stiamo aspettando".

Fonte: SuperAbile

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...