Accesso rapido

Giovedì, 23 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Welfare – Accolti gli emendamenti che salvano le coop

La Commissione bilancio del Senato ha accolto gli emendamenti salva-welfare proposti dal governo. Le cooperative sociali di inserimento lavorativo potranno continuare a creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate. L′intervento correttivo sui commi 6, 7, 8 dell′art. 4 del decreto legge 95/2012, meglio noto come spending review, consente alle amministrazioni pubbliche di continuare a stipulare sotto soglia convenzioni con le coop di tipo B. L′art. 4 ha suscitato nei giorni scorsi, reazioni e mobilitazioni di alcune importanti realtà del terzo settore quali Federsolidarietà / Confcooperative e Cdo Opere sociali, per la confusione e le pesanti conseguenze che potrebbe generare in ambito non profit, interferendo con la legge 381/91 in materia di cooperazione sociale. Per le cooperative sociali l’art. 5 della 381 prevede procedure di affidamento particolari dei servizi da parte della pubblica amministrazione, il comma 6 sancisce invece che tali servizi vengano assegnati unicamente tramite gare concorrenziali. “È di estrema importanza che tali procedure siano salvaguardate anche nel nuovo assetto, e che ciò sia fatto nel modo più esplicito possibile. In un momento in cui tante persone si trovano improvvisamente senza lavoro, le cooperative sociali si stanno dimostrando eccezionali ammortizzatori sociali. È importante che possano continuare a esplicare questa loro funzione” spiega Monica Poletto, presidente di Cdo Opere sociali.



Fonte: Vita.it


In allegato

/public/content/l._381-91.pdf

/public/content/95-2012_dl_-_spending_review.pdf

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...