Accesso rapido

Giovedì, 23 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Coop - Proposto osservatorio regionale sugli appalti pubblici


Legacoop Abruzzo in accordo con Confcooperative, Agci, Cgil, Cisl e Uil propone l’istituzione di un osservatorio regionale sulle gare d’appalto per arginare il ricorso al massimo ribasso. A seguito della presentazione di bandi, relativi a servizi socio-sanitari ed educativi, che stabilivano un importo a base d′asta tanto basso da non consentire l′applicazione dei Ccnl (contratto collettivo nazionale del lavoro) per i dipendenti, cooperative e sindacati si sono schierati in difesa dei valori propri della cooperazione sociale. “E’ importante garantire il rispetto dei principi di economicità, imparzialità, trasparenza e tutela dei diritti dei lavoratori” dice Fernando Di Fabrizio, presidente di Legacoop Abruzzo. L’Osservatorio regionale avrebbe la funzione di esaminare e risolvere le problematiche inerenti gli appalti pubblici, verificando la congruità economica dell’importo a base d’asta e dell’offerta di gara, soprattutto in relazione al costo della manodopera ed all’applicazione del Ccnl di riferimento. La concorrenza al massimo ribasso comporta infatti, la diminuzione dei livelli di sicurezza sul lavoro, la riduzione delle retribuzioni e potrebbe anche favorire il lavoro nero.

“L′Osservatorio sarà coordinato dalle tre Centrali cooperative e dai sindacati Cgil, Cisl e Uil e sarà a servizio delle strutture regionali e degli Enti locali per verificare che le Amministrazioni pubbliche, nella predisposizione delle gare d′appalto, tutelino le imprese cooperative del territorio regionale e assicurino ai soci-lavoratori trattamenti economici non inferiori a quelli stabiliti dai contratti stipulati dalle organizzazioni di impresa per evitare il proliferarsi di cooperative spurie e irregolari” ha spiegato De Lucia, membro di presidenza di Legacoop Abruzzo.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...