Accesso rapido

Lunedì, 24 Settembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Governo - Stangata su donatori, enti non profit e contribuenti


Sono più pesanti del previsto le conseguenze della manovra di stabilità su donatori, enti non profit e contribuenti: è stata introdotta una franchigia di 250 euro per oneri deducibili e detraibili che, come temono organizzazioni e fundraiser, limita e limiterà in futuro la propensione a donare dei contribuenti.
Inoltre, all’articolo 12 comma 6, è stata introdotta una disposizione assente nella prima versione, che applica le franchigie anche agli oneri e alle spese la cui deducibilità dal reddito complessivo dall’imposta lorda è riconducibile agli articoli 10 e 15 del Tuir. Con l’ultima versione, infatti, il taglio al risparmio fiscale sulle donazioni è verosimile che sia esteso anche alla cosiddetta “+ dai, – versi”, (art 14, DL 35/05), quello che consente di dedurre fino al 10% del reddito per un massimo di 70mila euro.
Vengono così colpite le Onlus, incluse quelle di diritto, quindi le organizzazioni di volontariato, le organizzazioni non governative e le cooperative sociali; le associazioni e fondazioni di ricerca scientifica, le fondazioni e associazioni che tutelano e valorizzano i beni artistici, storici e paesaggistici e le associazioni di promozione sociale.
I dati emersi dalle statistiche ufficiali del Ministero dell’economia e delle finanze in merito alle detrazioni alle Onlus, parlano chiaro: si registra un valore di donazione portato in detrazione pari a 210 euro, persino al di sotto della franchigia; con la donazione media di chi utilizza la “+ dai, - versi” pari a 320 euro.
Oltre un milione e mezzo di contribuenti, vedranno quindi ridotti sensibilmente o persino totalmente annullati i benefici fiscali delle norme che il legislatore ha introdotto negli ultimi 15 anni per promuovere le attività sociali del non profit, compromettendo le raccolte fondi delle organizzazioni e la realizzazione dei loro compiti istituzionali.

G.M.
fonti: Vita, Qui Non Profit

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...