Accesso rapido

Domenica, 19 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Disabili – Assistenza scolastica, nuovo passo indietro della legge di stabilità


Dopo il dietro front sulle strette ai permessi ex legge 104/92 e assoggettabilità all’Irpef delle pensioni di invalidità, la legge di stabilità subisce una nuova modifica alla voce assistenza scolastica.
Il disegno di legge originale infatti prevedeva che la valutazione della diagnosi funzionale per assegnare l′insegnante di sostegno all′alunno disabile cambiasse di competenza passando dalle Asl all′Inps.
La Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap) però si è fortemente battuta perché questo cambio non si verificasse poiché tale passaggio di competenze avrebbe portato a decidere in materia un ente che, denunciava la Fish: «non dispone di professionalità specifiche proprie nell′ambito della psicopedagogia e della neuropsichiatria».
La legge di stabilità, che dopo il via libera del Governo è ora all’esame della Camera, deve questa sua nuova modifica alla decisione della Commissione bilancio, la quale ha disposto l’eliminazione dal testo del sopracitato articolo. Dunque il Fish esulta per questa nuova decisione e in una nota dichiara: «una conseguenza del cambiamento sarebbe stato un quadro assai complicato sia in termini di organizzazione che di prospettive per la reale esigibilità del diritto all′inclusione. Esprimiamo viva soddisfazione per l′intervento della Commissione bilancio nel merito».
Anche il presidente della Fish Pietro Barbieri fa sentire la sua voce in merito: «È una buona notizia per l′inclusione scolastica, anche se l′impegno in questo ambito non si esaurisce certo solo contrastando le misure peggiorative: è una battaglia quotidiana per le garanzie al diritto costituzionale allo studio fatta anche di proposte troppo spesso inascoltate».
L.O.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...