Accesso rapido

Venerdì, 19 Aprile 2019

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White
Re: Richiesta servizio 30-01-2019, ore 12:23 scritto da Renato
Richiesta servizio 06-01-2019, ore 11:23 scritto da Martina
Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Lazio – Apre la bottega della legalità in Regione


È stata inaugurata, presso la sede della Regione Lazio, la bottega della legalità dove sarà possibile acquistare i prodotti di Libera, l’associazione di Don Ciotti. Inoltre vi sono la buvette e la sala ristorante dedicate ai “Giovani contro le mafie”. Il Consiglio regionale del Lazio, su proposta del presidente Daniele Leodori, ha deciso di impegnarsi simbolicamente nella lotta alle mafie.
All’inaugurazione del locale erano presenti lo stesso Leodori, il presidente Zingaretti e Don Ciotti che ha dichiarato: «Credo che abbiamo il dovere della responsabilità delle parole e qui oggi ci vogliamo dire come è importante il potere dei segni: la politica è al servizio, è servizio, ma oltre al dovere della competenza serve onestà e sobrietà. Per me come cittadino è importante questo ′noi′ perché è il noi che vince».
Per il presidente Zingaretti «l’importanza di quanto avviene oggi si riassume in tre parole: democrazia, coerenza, lavoro. Democrazia perché il consiglio regionale è uno dei luoghi della democrazia, fondamentale per la nostra vita democratica, è qui che si vigila sui territori e si compiono scelte strategiche ed aprire un luogo per la lotta alla mafia è sempre importante ma ha un valore aprirlo nel luogo in cui si gestisce il potere per rendere chiaro a tutti che ci consideriamo parte di una guerra ma facciamo una scelta di campo, una scelta che cambierà anche il modo in cui questa sede verrà frequentata. Coerenza – ha continuato il presidente - perché in Italia se ne fa uso e spesso abuso. Penso che la differenza nel giudicare se se ne faccia abuso o uso dipenda dalla coerenza dei comportamenti. Quindi la scelta di avere qui una bottega e una sala è anche un impegno affinché sia chiaro che la lotta alle mafie non può essere delegata a qualcuno ma è un impegno consapevole dell′individuo. E, infine, il lavoro - ha concluso - perché la mafia sta logorando l’economia regionale. Non esiste modo più concreto per arginarla ridando vigore a un economia che torni a creare lavoro: trasformare una economia malata in territori di produzione di economia sana e di libertà».
M.R.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...