Accesso rapido

Sabato, 15 Dicembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Troppo comodo 28-05-2018, ore 20:17 scritto da Angelo
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Disabilità – La Fish sostiene l’inclusione


La Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap) ha diffuso in questi giorni una nota per richiamare attenzione sui problemi dei disabili e sostenere concretamente la loro inclusione. Tra i temi trattati la riforma dell’Isee, per l’accesso alle prestazioni socio sanitarie, l’adozione del “Programma d’azione”, il documento presentato dal governo alla conferenza nazionale di Bologna sulla disabilità. Nonostante i propositi del documento negli ultimi mesi «nel paese si raccolgono segnali non certo incoraggianti. L’Inps, ad esempio, dopo una fallimentare campagna che in quattro anni ha sottoposto a controllo 800.000 persone con disabilità, ottenendo sostanzialmente l’unico risultato di rafforzare lo stigma e il pregiudizio, sta ora avviando, su mandato del parlamento, altri 450.000 controlli, con spese enormi quanto inutili per l’erario e con rinnovati disagi per le persone con disabilità».
La Fish nella nota esprime preoccupazione per la mancanza di finanziamenti per il 2014 per il Fondo per le politiche sociali e per la non autosufficienza e per le politiche non inclusive di alcuni regioni. La Fish pone come esempio: «la regione Marche ha appena approvato la Deliberazione di Giunta regionale n. 1011/13, che di fatto spinge le persone disabili verso gli istituti, sopprimendo ogni esperienza di piccola comunità, di casa alloggio, di residenzialità e la regione Veneto sta praticando lo smantellamento del sistema di sicurezza sociale additato ad esempio negli anni scorsi, con tagli di 45 milioni al sociale di cui 27 destinati a persone disabili, famiglie, minori, nidi e scuole». La Fish si dice preoccupata per la situazione in Lombardia per la «marcia indietro sui contributi per la vita indipendente» ed in Calabria e Campania «dove la spesa per il sociale e per la disabilità sono da sempre sotto la soglia della dignità».
M.R.
Informazioni
web. Superando

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...