Accesso rapido

Giovedì, 23 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Disabilità - Il viaggio si fa accessibile: un aiuto dalla tecnologia

Turismo e accessibilità si incontrano all′incrocio dell′innovazione tecnologica.
Si chiama Jaccede il primo sito internet, corredato di applicazione mobile per smartphone (in basso i link), che permette alle persone con mobilità ridotta di vedere i luoghi a loro accessibili, grazie alla mappatura di oltre 35mila posti situati in Francia e in Europa. L′omonima associazione francese che ha ideato il progetto si prefigge di favorire l′integrazione delle persone con disabilità nella vita quotidiana della città: affinché l′accessibilità non sia appannaggio esclusivo di pochi, "Jaccede" vuole arrivare a mappare 650mila luoghi, espandendo i propri confini anche al di là delle Alpi. L′applicazione, disponibile in francese, inglese e tedesco, si fonda sul contributo fattivo di 12mila volontari: è la collaborazione tra gli utenti il perno di un′associazione, che dal 2006 accoglie chiunque ne abbia la volontà, sia in Francia che all’estero.

L′associazione è uno dei cinque vincitori francesi del premio "Prix du citoyen européen", conferito dal Parlamento Europeo alle iniziative più importanti a favore dell′Europa: tra i progetti scelti, "Jaccede" è l′unico a costituire un′impresa sociale, con l′aggiunta del fattore ′innovazione′. In Francia, per sostenere e sviluppare iniziative di utilità sociale, il presidente François Hollande ha lanciato il progetto "La France s′engage" (La Francia si impegna), stanziando un fondo di 50 milioni di euro a beneficio di progetti innovativi capaci di aprire nuove strade di accessibilità alla società.

Anche in Italia, non mancano le iniziative per stimolare il viaggio in presenza di una disabilità. L′associazione "Lega del Filo d′Oro", che da sempre si occupa di assistenza e reinserimento nella società delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, ha contribuito alla creazione di Lasciati guidare insieme al sito di prenotazioni alberghiere "Venere.com". La guida, ideata per le persone sordocieche, non udenti o non vedenti e per le persone con mobilità ridotta, ha l′obiettivo di incoraggiarle a viaggiare nonostante le difficoltà e la scarsa reperibilità di indicazioni, spesso principale impedimento alla decisione di spostarsi. "Lasciati guidare", infatti, fornisce online (in basso il link) informazioni utili per organizzare un viaggio su treni, aerei, navi, strade e consigli su come scegliere la struttura alberghiera più adatta alle proprie esigenze.

Per contrastare quegli impedimenti fisici che vanno a discapito dell′autonoma mobilitazione, invece, l′associazione "Luca Coscioni" ha elaborato un′applicazione per telefoni e smart media che permette a ogni cittadino di segnalare, con l′obiettivo finale di far eliminare, le barriere architettoniche presenti nella propria città - scuole, supermercati, esercizi commerciali, uffici postali, stazioni, luoghi pubblici -, seguendone poi anche l′iter fino all′eventuale ricorso in tribunale. La app è molto facile da usare: «sulla schermata principale - ha spiegato Rocco Berardo, responsabile del progetto - c′è una mappa, interattiva e aggiornata in tempo reale, dell’Italia: ogni freccia rossa corrisponde a una barriera che ci è stata segnalata. Chiunque voglia segnalarcene una non deve far altro che fornircene l’esatta localizzazione, allegando foto e descrizioni che verranno pubblicate sul sito. Man mano che i Comuni rimuovono le barriere, alle frecce rosse se ne sostituiscono altre verdi». Solo da Roma arrivano in media cinque segnalazioni al giorno.

Info e link esterni
App Associazione "Luca Coscioni" (link per il download)

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...