Accesso rapido

Giovedì, 16 Agosto 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Anoressia - La moda indifferente ancora una volta

29.08.2008 | immagine decorativa 3 | Invia ad un amico | Stampa

Alla vigilia della settimana londinese della moda si torna a parlare di anoressia. E’ sfumato, infatti, il tentativo del British fashion council di eliminare dalle passerelle modelle eccessivamente magre, le cosiddette “taglie zero”, in nome di una maggiore responsabilità, contro i disturbi del comportamento alimentare.

L’idea era quella di esigere dalle modelle un certificato medico che ne attestasse la buona salute. L’iniziativa era scaturita dalle reazioni a un rapporto del 2007 sulla salute delle modelle, condotto a seguito del decesso di diverse ragazze che erano arrivate a non alimentarsi quasi più. Il progetto, però, non è stato appoggiato dalle altre capitali della moda: Parigi, Milano e New York. Così lo stesso British fashion council ha lasciato che sfumasse. In una lettera aperta, Hillary Riva, direttrice esecutiva del British fashion council, ha spiegato la difficoltà di mettere in pratica un regolamento che non è applicato negli altri Paesi. “Non funzionerà se non è una soluzione internazionale” ha precisato.

L. R.

Tag associati

Commenti

none
scritto da claudio - 04.06.2012
Spero soltanto che questa foto non sia vera...e se lo fosse allora son bulimico perché mi fa vomitare
l innconscio
scritto da triste - 21.05.2012
forse la parola modella rapresenta l apparenza...la classica immagine di corpo magro..esile alto longilineo..questa immagine di perfezione!..ma l annoressia o meglio per chi soffre di annoressia...rappresenta il modello della sofferenza..del dolore oscuro nascosto sottile come il vuoto del nostro stomaco!..si muore di fame per penitenza verso il nostro io!..l io che vorebbe essere modello per tutti gli occhi che ci circondano..son cresciuta con il mio male punendo la mia rabbia verso la debolezza di amare la preziosa vita che Dio ci ha donato..nel bene enel male!voglio guarire ma ho paura di abbandonare il mio triste rifugio...con amore a chi come me conosce questo intimo rifugio..
impressionante
scritto da CECILIA - 02.02.2012
oddio è molto molto impressionante questa ragazza con il seno nudo quanto è magra la pelle che fa i "salsicciotti" per quanto non mangia INCREDIBILE!!!

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...