Accesso rapido

Lunedì, 22 Ottobre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Diritti – Nasce il primo carcere italiano per transessuali

corsia di un carcere

 

Nasce il primo carcere italiano per transessuali. Un modo per garantire una permanenza nei luoghi di detenzione che non renda difficoltosa ai detenuti transessuali la convivenza con altri reclusi di sesso maschile o femminile. Il progetto è già stato presentato al ministero ed ha già ottenuto un primo e significativo via libera. Il Provveditorato delle carceri della Toscana ha avviato quindi una serie di incontri istituzionali con Regioni ed enti locali.

Motivo della decisione, la tutela dei soggetti che possono avere problemi a vivere con detenuti uomini o donne.

Il carcere di Empoli, casa di reclusione femminile ormai semideserta dopo l′indulto, potrebbe ospitare una trentina di detenuti transessuali che potrebbero seguire un percorso di reinserimento personalizzato ed essere seguiti da educatori specializzati.


La struttura di Empoli, secondo gli esperti ministeriali, è l’edificio adatto. Mille metri quadrati per 26 celle collocate su due piani. Nella struttura ci sono anche una sala ricreativa, una biblioteca, un laboratorio dentistico, un’infermeria, un campo di calcetto e un ettaro di terra annesso con ulivi e una serra con possibilità di produzioni agricole.

Il progetto sarà discusso il 25 novembre al tavolo convocato dalla Regione Toscana per esaminare attentamente la situazione degli istituti penitenziari. La struttura dovrebbe aprire entro i primi mesi del prossimo anno.

 

C. I.

 

Rassegna stampa [area riservata]

La Provincia Nazionale – Empoli. Nasce il primo carcere per trans [15/11/08]


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...