Accesso rapido

Venerdì, 17 Agosto 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Bologna – Allarme giovani e alcol

bottiglie_alcool_410.jpg

 

Il 13% dei ragazzi di seconda media beve il sabato sera, percentuale che sale al 18% al terzo anno e al 63% nelle scuole superiori. Un comportamento, fra l’altro, comune a maschi e femmine.

E’ il ritratto dei giovani consumatori di alcolici nella “Bassa” ad est di Bologna, ricavato dai questionari sottoposti a 1.300 ragazzi in 15 scuole medie e superiori della provincia. Condotto dall’associazione Ares  (Associazione per la ricerca in ecologia sociale), lo studio mostra un abbassamento dell’età dei bevitori.

Stordirsi con birra, vino e liquori è, oggi, la parola d′ordine per molti minori che scivolano nel pozzo scuro della dipendenza da alcol senza accorgersene.

I dati indicano una tendenza allarmante, commenta l’assessore provinciale alla Sanità Giuliano Barigazzi. Fra i giovanissimi c’è scarsa consapevolezza, si pensa che bere faccia meno male del tabacco, ma nell’età dello sviluppo i danni provocati dall’alcol possono essere molto gravi.

Al di sotto dei 16 anni l′organismo umano non è in grado di metabolizzare l′alcol, un veleno capace di mandare in tilt il fegato e il sistema nervoso centrale. La capacità di smaltire questa sostanza, si completa tra i 18 e i 20 anni, per cui anche a quell′età non bisognerebbe bere più di un bicchiere al giorno. Inoltre, i risultati della ricerca evidenziano che la percezione del rischio legato all’alcol, si sviluppa solo alle superiori, e in particolare fra chi beve di più: in altre parole fra chi ha già provato i postumi di un’ubriacatura.

Il dialogo e la consapevolezza dei rischi che si corrono é assolutamente vitale per far fronte a questo problema, infatti il questionario rappresenta una prima tappa che sarà seguita da un lavoro di sensibilizzazione sul tema.

M.S.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...