Accesso rapido

Sabato, 20 Ottobre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Roma – Nuovi servizi per disabili

«Dopo aver dato voce negli scorsi mesi a tutti i cittadini con disabilità a alle loro famiglie, stanno per partire nuove iniziative tese a garantire il rispetto dei loro diritti. Si tratta di un fondo da 500 mila euro da destinare a 100 tassisti romani, per consentire anche ai disabili di andare in taxi, e del nuovo piano regolatore sociale che verrà approvato dall′aula Giulio Cesare subito dopo la pausa natalizia, in cui sono state fissate le linee guida per adeguarsi all′evoluzione dei bisogni dei cittadini e rispondere cosi′ efficacemente al mutamento dei problemi sociali». E′ quanto dichiara in una nota Giordano Tredicine, (Pdl), presidente della Commissione alle Politiche Sociali e Servizi alla Persona del Comune di Roma.
Progetti che riusciranno a colmare quelle lacune che continuano a bloccare l′integrazione totale di chi è affetto da disabilità nella società. Come, però, ha saggiamente spiegato il delegato del sindaco alle politiche per la disabilità, Antonio Guidi,  questo servirà solamente nell′immediato, ma non risolverà il problema. La disabilità, infatti, è una condizione e non una diversità e, per questo, vi deve essere un impegno costante e continuo di tutte le istituzioni a migliorare la qualità della vita di queste persone e delle loro famiglie.

M.S.

 

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...