Accesso rapido

Lunedì, 25 Giugno 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Regione Lazio - Aggiornati i requisiti per le strutture socio-assistenziali

Lo scorso 27 ottobre, la Giunta regionale ha apportato delle modifiche nei requisiti delle strutture e dei servizi socio-assistenziali con due delibere. Le novità introdotte riguardano le mense sociali, i servizi di accoglienza notturna, le strutture per donne in difficoltà e le case per minori.

La DGR 573/2015 consente alle mense sociali di erogare oltre 300 pasti giornalieri, a patto che vengano assicurati dei periodi di turnazione. Invece per quanto riguarda i servizi di accoglienza notturna, diversi sono i cambiamenti previsti: gli ospiti potranno essere accolti in stanze de sei posti letto, negli immobili a più piani, in caso di ristrutturazione, è possibile la costituzione di nuclei funzionali autonomi con capacità ricettiva oltre 60 posti letto e nel caso di immobili sottoposti a vincoli per la salvaguardia di beni storici, artistici o paesaggistici è concessa la possibilità di soluzioni strutturali in deroga.

La DGR 574/2015, invece, alla luce di quanto stabilito nell’intesa della Conferenza unificata del 27 novembre 2014, riguardo i requisiti dei centri antiviolenza e delle case rifugio per donne maltrattate, impone la presenza del solo personale femminile esclusivamente per le strutture che accolgono donne vittime di violenza e non per quelle per donne in difficoltà. Il provvedimento fornisce inoltre indicazioni per i comuni sulle case di accoglienza per minori.

L.L.


Fonte

Sociale Lazio


Documenti

La Delibera 573 .pdf [238 kb]
La Delibera 574 .pdf [243 kb]

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...