Accesso rapido

Martedì, 17 Ottobre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo
l′impossibile è possibile 21-02-2017, ore 21:02 scritto da Luigi

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Agricoltura - Vota i progetti di Alice ed Herasmus


Confagricoltura e Senior L’Età della Saggezza onlus, in collaborazione con Rete delle Fattorie Sociali e Intesa Sanpaolo, hanno indetto il bando Coltiviamo Agricoltura Sociale, che prevede l′assegnazione di 50.000 euro al progetto più significativo.
Dallo sviluppo di servizi socio educativi e/o socio assistenziali già esistenti alla sperimentazione di nuovi, passando per la costruzione di reti tra i diversi attori territoriali: queste le aree in cui intervenire ad elaborare progetti innovativi da destinare a minori e giovani in situazioni di disagio, anziani, disabili e immigrati rifugiati o richiedenti asilo.

Anche due cooperative del Consorzio Parsifal concorrono al bando "Coltiviamo Agricoltura Sociale" con un proprio progetto: si tratta delle cooperative sociali Alice di Tarquinia (VT) e Herasmus di Formia (LT).
IOB - Diversamente BIO, il progetto della cooperativa Alice - da anni impegnata ad accogliere nella sua fattoria sociale persone affette da disabilità e utenti inseriti in percorsi di recupero per l’abuso di alcool e sostanze stupefacenti -, vuole proporre un diverso modo di produrre, distribuire e co-produrre cibo biologico ad alto valore sociale aggiunto, attraverso la costruzione di una rete locale di agricoltura sociale e lo sviluppo di nuove pratiche sociali di approvvigionamento alimentare nel territorio della Tuscia Viterbese. Sarà un′occasione di inclusione lavorativa per giovani disabili.



Con il progetto Il Tetto degli Aurunci, invece, la cooperativa Herasmus ambisce a creare un′azienda modello dedita alla produzione integrata di piante aromatiche in vaso e di prodotti finiti destinati al mercato, coinvolgendo adulti diversamente abili, ospiti della cooperativa, in tutti i passaggi della filiera produttiva: dal riempimento dei vasi, alla semina, all’irrigazione fino al confezionamento ed alla vendita.



Per votare uno o più progetti del concorso, è necessario registrarsi sul sito www.coltiviamoagricolturasociale.it, cliccando su Iscriviti nel menù in alto a destra. Una volta effettuata la registrazione, fare login su Accedi ed esprimere la propria preferenza sulla pagina del progetto scelto.
I 30 progetti più votati accederanno alla fase di valutazione finale da parte di una Commissione di Esperti, che valuterà i progetti secondo il metodo c.d. "in doppio cieco", in cui ciascun progetto verrà valutato da due commissari estratti a caso, senza conoscere il nominativo dell’altro commissario esaminatore. Tra questi verrà selezionato il vincitore del premio di 50000 €, finalizzato alla realizzazione del proprio progetto di agricoltura sociale. E’ possibile votare fino al 29 novembre 2016.

Fonte
Coltiviamoagricolturasociale.it

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...