Accesso rapido

Sabato, 20 Ottobre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

Dossier - i testi integrali

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Cnel - Osservazioni e proposte sui servizi all′infanzia in Italia



E′ uno dei leit motiv di chi, nel terzo settore, gestisce asili nidi e servizi alla prima infanzia con una motivata attenzione alla qualità. E anche noi non facciamo eccezione: così, ad ogni occasione utile, insistiamo nel ripetere che gli asili non possono rinunciare al loro status di servizi con titolarità pubblica. Sempre più spesso, invece, nel rincorrere risparmi impossibili, anche su politiche di investimento - quelle che riguardano l′infanzia - gli enti locali utilizzano procedure per affidarli in concessione, cioè senza spendere un soldo dello Stato. Il presupposto è che i servizi educativi 0-3 possano vendersi e reggersi autonomamente, guidati dalle sole regole di mercato, come se si trattasse di prestazioni meramente consumeristiche.

Ora anche il Cnel (Consiglio nazionale dell′economia e del lavoro), con questo testo di osservazioni e proposte, lo dice chiaramente: nei costi diretti dei nidi d′infanzia la componente di costo che incide maggiormente è quella relativa al personale, che vale, in media, l′84,4% del totale. «Può essere opportuno evidenziare - scrive il Cnel - come tale costo sia scarsamente comprimibile oltre un certo limite poiché, come noto, deriva direttamente dallo standard individuato a livello normativo per il rapporto numerico fra personale impiegato e bambini accolti. Un altro tipo di variabilità di questo costo si lega al tipo di rapporto contrattuale tra lavoratori e soggetto gestore del servizio».

La conclusione è magistrale: «Questo vuol dire anche che i valori molto bassi di costo del nido debbono essere letti con il sospetto che uno o entrambi gli elementi di cui sopra – lo standard relativo al rapporto numerico fra operatori e bambini e/o un corretto trattamento contrattuale del lavoro – non siano tenuti adeguatamente in considerazione».



Il Cnel individua, «nella fascia compresa fra i 4 ed i 6 euro per ora bambino di servizio erogato, il range che sembra capace di contenere diverse possibili soluzioni e varianti organizzative e gestionali con la garanzia di elementi di qualità fondamentali come quelli della stabilità e continuità dell’organizzazione del servizio». Fatta una semplice moltiplicazione, il range di costo su base mensile, per un bambino che frequenta il nido per 40 ore settimanali, varia da 692 a 1.040 euro al mese.

Nessuna famiglia può permettersi di sostenere un prezzo del genere. Per questo motivo i comuni debbono intervenire con fondi statali. Dare in concessione le strutture, omettere i controlli e non integrare le rette delle famiglie produce molti danni. Grazie a questo testo del Cnel - che ha saputo far proprie le considerazioni del Gruppo nazionale nidi d′infanzia - ci sentiamo meno soli.


Documenti
Cnel, Osservazioni e proposte. Nidi e servizi integrativi per l′infanzia. Orientamenti per lo sviluppo delle politiche a partire dall′analisi dei costi, 20 maggio 2010 .pdf [408 kb]
Centro nazionale di documentazione ed analisi per l′infanzia e dell′adolescenza. Monitoraggio del piano di sviluppo dei servizi socio-educativi per la prima infanzia. Rapporto al 31 dicembre 2008 .pdf [927 kb]

Link utili
Il Sussidiario.net - Solo un quasi mercato può porre rimedio ai costi folli degli asili nido

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...