Accesso rapido

Martedì, 11 Dicembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Troppo comodo 28-05-2018, ore 20:17 scritto da Angelo
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Disabili – In vigore la Convenzione Onu sui diritti dei disabili

disabilitàDal 3 maggio 2008 è vigente, ma non in Italia, la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità. La Convenzione rappresenta il primo grande trattato sui diritti umani del terzo millennio. È entrato in vigore anche il protocollo aggiuntivo che accompagna il testo. Firmata il 30 marzo 2007 da 126 paesi, al Palazzo di Vetro sede dell’Onu di New York, la Convenzione nasce allo scopo di proteggere le persone con disabilità e assicurare loro in pieno il diritto alla vita, alla salute, al lavoro, all’istruzione, alla mobilità, alla libertà di espressione e alla partecipazione alla vita politica e sociale.

 

Al mondo, dei 650 milioni di persone con disabilità (un decimo della popolazione mondiale), l’80% vive nei paesi in via di sviluppo, per essi oltre due terzi degli stati membri delle Nazioni Unite non prevede alcuna protezione giuridica.

 

girotondoAd oggi hanno ratificato la Convenzione Onu 25 paesi: Bangladesh, Croazia, Cuba, Ecuador, Egitto, El Salvador, Gabon, Guinea, Honduras, Ungheria, India, Giamaica, Giordania, Mali, Messico, Namibia, Nicaragua, Panama, Perù, Filippine, San Marino, Slovenia, Sudafrica, Spagna, Tunisia. Tra sei mesi si terrà la Conferenza degli Stati Parte con l′elezione dei dodici membri del Comitato sui diritti umani delle persone con disabilità, che avranno il compito di esaminare i rapporti redatti dai singoli Paesi, che verranno presentati da ogni paese due anni dopo la loro adesione e poi ogni quattro anni.

 

Gli stati dovranno illustrare nel rapporto le modalità concrete con cui vengono messi in atto i principi della Convenzione. Per i paesi che hanno ratificato anche il protocollo allegato alla Convenzione (13 paesi), il Comitato si impegnerà a ricevere i ricorsi segnalati da ogni singolo cittadino sulle violazioni in atto e di avviare una procedura d’inchiesta. Il comitato non avrà i poteri di una Corte di un Tribunale internazionale ma comunque le Raccomandazioni espresse avranno un forte valore persuasivo.

 

L’Italia ha firmato la Convenzione, ma il Parlamento non ha ancora provveduto a ratificarla a causa della crisi di Governo e della conseguente sospensione dei lavori parlamentari. Affronterà la questione il nuovo Parlamento.

 

Fonte

Superabile


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...