Accesso rapido

Giovedì, 16 Agosto 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Welfare - Non ci sarà il reato di immigrazione clandestina

19.05.2008 | immagine decorativa 2 | Invia ad un amico | Stampa

roberto maroniIl ministro Roberto Maroni ha reso noto che la bozza del pacchetto sicurezza sarà pronta venerdì prossimo per l’esame del presidente del Consiglio e verrà portata al consiglio dei ministri di mercoledì 21.
Il ministro, durante l’incontro con i rappresentanti della Caritas, ha assicurato che il governo non inserirà nel decreto sulla sicurezza l’introduzione del reato di immigrazione clandestina.

Francesco Marsico, vicedirettore della Caritas italiana ha espresso soddisfazione per questa decisione. La Caritas, infatti, ha ribadito la propria contrarietà in merito all’ipotesi di un “pacchetto sicurezza” che preveda il reato di immigrazione clandestina, considerata «una misura sproporzionata rispetto alla condotta, che ha come presupposto che ad ogni clandestino corrisponda un criminale».

«L’esperienza sul campo – secondo la Caritas - non depone a favore della capacità dissuasiva di un simile intervento penale: i fattori di spinta delle migrazioni non verrebbero scoraggiati mentre invece si ingolferebbe il sistema giudiziario e carcerario». Caritas è anche contraria alla previsione di allungare il periodo di trattenimento nei centri permanenza temporanea fino a 18 anni.


Tag associati

Commenti

Propaganda
scritto da ajeje87 - 19.05.2008
Più che ammosciarsi, la Lega ha superato la fase della propaganda e ha capito che sarebbe una minchiata, come spiegato dalla Caritas, introdurre il reato di immigrazione clandestina. Una cosa è la propaganda, un′altra è legiferare
Lega moscia
scritto da Marco Caprini - 19.05.2008
Mannaggia, si sta ammosciando pure la Lega, altro che Bossi ce l′ha duro, il fucile in mano, le barricate e la difesa del suolo patrio, Roma ladrona e padrona etc. etc., mi sa che alla fine in Padania faranno entrare e rimanere tutti gli extracomunitari dell′universo, anche i clandestini e malandrini, meno che gli italiani meridionali senza permesso di soggiorno del duo Bossi-Maroni!!!

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...