Accesso rapido

Giovedì, 16 Agosto 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Governo - Decreto flussi, deroga per le badanti

maurizio sacconiIl ministro del welfare Maurizio Sacconi, ieri durante il Consiglio dei ministri che si è tenuto a Napoli, ha presentato le “linee guida per una programmazione in deroga dei flussi migratori per gli anni 2007/2008”. Considerate le 730mila domande presentate agli Sportelli unici per l’immigrazione, il Governo ha valutato l’ipotesi di “ripescare” parte delle domande che non sono riuscite ad aggiudicarsi una quota del decreto flussi 2007.

Prevista la regolarizzazione delle colf straniere clandestine, in particolar modo delle badanti che assistono persone non autosufficienti. Occorre dimostrare di avere un reddito e un alloggio in regola e di conoscere l’italiano.
Gli Sportelli unici dovranno valutare selettivamente le domande,  separando quelle “accoglibili” da quelle “patologiche”, ossia quelle dietro le quali, anziché un malato o un anziano bisognoso di cure, c′è un tentativo di regolarizzazione.

Le linee guida spiegate da Sacconi prevedono anche l′individuazione di canali più fluidi di immigrazione legale per tutte le tipologie lavorative “sulla base di accordi bilaterali con i Paesi di provenienza, di modalità trasparenti di collocamento transnazionale, di verifica della conoscenza della lingua italiana in aggiunta ai requisiti della casa e del lavoro, di formazione nei Paesi di origine, di allargamento e semplificazione degli ingressi relativi a lavoratori specializzati particolarmente carenti in Italia o ad alte professionalità”.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...