Accesso rapido

Venerdì, 19 Ottobre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Integrazione – L’Italia razzista di Amnesty International

28.05.2008 | immagine decorativa 1 | Invia ad un amico | Stampa

africaSecondo il Rapporto 2008 di Amnesty International sui diritti umani l’Italia è razzista. “Preoccupante marcia indietro” per il nostro Paese, così scrivono nel rapporto. La tendenza predominante, quella di attribuire a gruppi etnici le colpe di singoli. Il capitolo nazionale del rapporto sui diritti umani è stato presentato dalla direttrice dell′Ufficio campagne e ricerca, Daniela Carboni.

Il Rapporto, pubblicato in Italia da Ega Editori, contiene capitoli su 150 paesi. Un clima da caccia alle streghe nei confronti dei cittadini rumeni e in particolare contro i rom, iniziato con l’omicidio di Giovanna Reggiani, come ha ricordato la relatrice Carboni, da parte di un rumeno, secondo alcuni di etnia rom, il 31 ottobre scorso.

 

Nessuna distinzione fra parti politiche: nel Rapporto si legge che questo clima xenofobo è stato alimentato anche dalle “dichiarazioni che alludevano a responsabilità collettive di minoranze e gruppi di migranti” da parte di esponenti politici. A cominciare dall’allora sindaco di Roma Walter Veltroni, secondo cui “prima dell’ingresso della Romania nell’Ue, Roma era la metropoli più sicura del mondo”, e pochi giorni dopo Gianfranco Fini ha dichiarato, riferendosi ai rom: “mi chiedo come sia possibile integrare chi considera pressoché lecito e non immorale il furto, il non lavorare perché devono essere le donne a farlo magari prostituendosi, e non si fa scrupolo di rapire bambini o di generare figli per destinarli all’accattonaggio. Parlare di integrazione per chi ha una ‘cultura’ di questo tipo non ha senso”.

 

C. I.


Tag associati

Commenti

razzismo
scritto da webmaster - 28.05.2008
non so se questo sia un paese razzista, il termine è troppo complesso per poter essere affibbiato con leggerezza ad una popolazione di 60 milioni di persone. sembra, però, abbastanza chiaro che qualcosa stia cambiando e che il periodo di vacche magre che viviamo stia contribuendo ad inbarbarire il tutto. la generalizzazione vuole sempre e comunque un capro espiatorio; se, poi, quest′ultimo ha una faccia sporca e cattiva è ancora più facile agitare spettri. in questi casi una buona informazione dovrebbe essere il baluardo della verità, ma essa oggi sembra merce rara. stay tuned

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...