Accesso rapido

Mercoledì, 26 Settembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Africa - Ogni anno muoiono 10 milioni di bambini

In occasione della quarta Conferenza internazionale di Tokyo sullo sviluppo africano è stato presentato il Rapporto Unicef La condizione dei bambini in Africa 2008”. Emerge che ogni anno quasi 10 milioni di bambini muoiono prima del quinto anno di vita, una media di quasi 14.000 al giorno. La metà dei decessi avviene in Africa.
Algeria, Egitto, Libia, Marocco e Tunisia hanno ridotto i tassi di mortalità infantile di quasi il 45% dal 1990. Si mira al raggiungimento dell’obiettivo di ridurre di 2/3 entro il 2015 la mortalità sotto i 5 anni.
In occasione del lancio del rapporto, l’Unicef ha mosso un appello per ingenti investimenti diretti a migliorare i sistemi sanitari dell’Africa sub-sahariana, per mettere a frutto i risultati conseguiti negli ultimi anni ed aiutare i bambini che non hanno adeguato accesso all’assistenza sanitaria.
Il rapporto, tuttavia, evidenzia i recenti successi conseguiti nell′Africa sub-sahariana nella lotta alla mortalità infantile e nell′assistenza sanitaria di base. In 4 dei paesi meno sviluppati - Eritrea, Etiopia, Malawi e Mozambico - i tassi di mortalità infantile sono stati ridotti di oltre il 40% dal 1990. Dal 2000, 16 paesi africani hanno triplicato la copertura di zanzariere trattate per la protezione dalla malaria. I tassi di allattamento esclusivo al seno sono aumentati in tutta l′Africa sub-sahariana dal 22% del 1996 al 30% nel 2006. L′utilizzo di micronutrienti è aumentato. Tra il 2004 e il 2006, la copertura di trattamenti antiretrovirali per la prevenzione della trasmissione madre-figlio dell′HIV è triplicata nell′Africa orientale e meridionale.
Il rapporto sottolinea anche la necessità di un′assistenza continuativa nel tempo a partire dall’infanzia e l′adolescenza, estendendo i servizi alla famiglia, alla comunità fino alle cliniche locali, gli ospedali di distretto ed oltre.

L.R.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...