Accesso rapido

Sabato, 18 Novembre 2017

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena
Dove sei 05-05-2017, ore 18:49 scritto da Laura
Pregi e Difetti 24-04-2017, ore 17:18 scritto da Angelo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Ismu - Circa 650 mila immigrati irregolari

Gli immigrati irregolari presenti in Italia sarebbero circa 650 mila.  A fornire la stima è la Fondazione Ismu di Milano, che ha eseguito il calcolo ipotizzando che il numero di persone senza permesso di soggiorno sia circa il 90% di quanti ad aprile hanno presentato la domanda per il decreto flussi 2007. Alessio Menonna, demografo dell’Ismu, spiega che le cifre fornite sono al ribasso, “c′è una piccola fetta di popolazione che non ha potuto accedere al decreto, non ha fatto domanda e quindi non risulta nel conteggio”.
Le popolazioni con il maggior numero di irregolari sono i bangladeshi (52%), i boliviani (42%), i pakistani (39%) e gli indiani (37%). Mentre tassi più bassi di irregolarità si registrano tra argentini, iraniani ed eritrei (3%).

Il vicesindaco e assessore alla Sicurezza di Milano, Riccardo De Corato, sottolinea il flusso inarrestabile di persone provenienti dalla Romania. Secondo i dati del comune, sarebbero 178 mila gli stranieri residenti a Milano, provenienti da 153 paesi diversi. La popolazione rumena è cresciuta del 14% questo anno.
“Nessuna fra le prime dieci nazionalità più rappresentate - afferma De Corato - è cresciuta tanto in nove mesi. Per alcune si registra una diminuzione sensibile, come per il Perù o l′Ecuador. E per quelle che sono cresciute, l′aumento non arriva al 2 per cento, all′infuori dell′Ucraina che ha superato di poco il 4. Comunque una differenza abissale rispetto al +14,30 per cento della Romania”.

L’entrata della Romania nella Comunità europea, probabilmente ha dato una spinta ulteriore al flusso di immigrati. Tuttavia, molti arrivi sfuggono ai controlli. Evidenzia ancora De Corato:” l’Ismu nell′ultimo rapporto sull′immigrazione, ha evidenziato come a livello regionale, tra i romeni giunti in Italia nei primi sei mesi del 2007 la quasi totalità (94%) sia risultata non ancora iscritta in anagrafe. Praticamente 9 su 10 vivono nell′irregolarità”.

L. R.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti della settimana

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...