Accesso rapido

Giovedì, 24 Maggio 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Rom - Appello del prefetto di Roma, ma nessuno li vuole

07.01.2009 | immagine decorativa 4 | Invia ad un amico | Stampa

zingari

Nei giorni scorsi il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, in qualità di commissario per l’emergenza nomadi del Lazio, ha inviato una lettera a tutti i sindaci e ai presidenti delle province della regione, con una richiesta: segnalare la propria disponibilità ad accogliere insediamenti temporanei di nomadi sul proprio territorio. Finora la reazione è stata un coro di no. A parte l′ostilità ad ospitare campi rom manifestata da mesi dai comuni dell′hinterland romano - come, per esempio, Aprilia -, hanno già espresso il loro fermo dissenso 11 cittadine e paesi della provincia di Roma (Anguillara, Bracciano, Castelnuovo di Porto, Civitella San Paolo, Fiano di Roma, Morlupo, Rignano Flaminio, Sacrofano, Sant′Oreste, Torrita Tiberina e Trevignano) e 5 della provincia di Frosinone (oltre al capoluogo, Cassino, Ceccano, Monte San Giovanni Campano e Pontecorvo).

Il presidente della provincia di Frosinone, Francesco Scalia, ha elegantemente restituito la lettera al mittente. «Non è una questione di competenza della Provincia - ha spiegato -, ma dei comuni, a cui spetta il compito di decidere in merito». Ma, benché monsignor Lorenzo Loppa, vescovo della diocesi di Anagni-Alatri, abbia incoraggiato i sindaci ad «aprire i cuori per andare incontro a chi ne ha bisogno», biasimando i «troppi rifiuti», non si segnalano ripensamenti. Il sindaco di Frosinone, Michele Marini, dice di non avere scelta: «A Frosinone non abbiamo spazi idonei per ospitare campi nomadi - ha dichiarato a Il Messaggero -. Anzi, la superficie territoriale disponibile è talmente ristretta che in alcuni casi, come Alatri e Ceccano, i confini comunali ricadono praticamente in zone urbane della nostra città». 

Unica voce fuori dal coro, quella del primo cittadino di Ferentino Piergianni Fiorletta. «Abbiamo già moltissimi problemi e si fa fatica a gestirli tutti, ma con l’impegno e la buona volontà si può trovare soluzione a tutto - ha detto -. Ferentino si da sempre distinta come una città solidale, sempre pronta a tendere la mano. Pertanto, la questione dei campi nomadi sarà presto portata all’attenzione della maggioranza comunale: la prenderemo seriamente in considerazione e ne discuteremo insieme per poi giungere a una conclusione. Vedremo».

La foto è tratta da O Vurdòn sito italiano di storia e cultura "romaní"


Tag associati

Commenti

aprilia città rom
scritto da mauro binchini - 28.12.2012
aprilia è città rom.gli zingari occupano intere strade con roulotte e camper cittadini normali non possono passare devono fare altri percorsi.alcune strade sono loro e non ci passano vigili e polizia c′è il capo zingaro. si fanno i bisogni per strada e in strada si getta di tutto.una romtown stumentalizzata dal comune
solidarietà vera
scritto da alberto - 12.01.2009
signor loppa perchè non ne prende un po′ a casa sua visto che la carità fa parte del suo mestiere?
solidarietà
scritto da alberto - 12.01.2009
signor loppa (non riconosco titoli a nessuno, solo un "signor" o "signora" per educazione) perchè anzichè predicare non ne prende in casa qualcuno lei, e si che di posto nelle canoniche ce n′è molto, peccato non utilizzarlo. farebbe anche una buona azione, cosa che dovrebbe far parte del suo mestiere
zingari
scritto da a - 08.01.2009
e chi li vuole .
mandateli a casa

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...