Accesso rapido

Mercoledì, 26 Settembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Regione Lazio – Fondo per l’integrazione socio-sanitaria

 

Su proposta dell′assessore alla Politiche Sociali Anna Coppotelli e del vicepresidente Esterino Montino, la Giunta della Regione Lazio, presieduta da Marrazzo ha definito gli interventi da attuare attraverso il fondo per l′integrazione socio-sanitaria, pari a 10 milioni di euro per ciascuna annualità nel triennio 2009-2011. «Previsto per la prima volta dalla finanziaria regionale 2009 - spiega l′assessore al Bilancio e programmazione economica Luigi Nieri - il Fondo per l′integrazione socio-sanitaria ha l′obiettivo di realizzare in modo appropriato, secondo le diverse competenze, quei progetti che hanno aspetti di carattere sanitario ma anche sociale che per la loro attuazione richiedono l′intervento dei due diversi assessorati. Questa prima esperienza di integrazione socio-sanitaria nel bilancio regionale ha infatti l′obiettivo di unire, evitando inutili sovrapposizioni o vuoti di assistenza, le competenze degli assessorati regionali alla Sanità e alle Politiche sociali».

 

3 milioni di euro saranno destinati all′attuazione del Programma umanitario per la cura e l′accoglienza di cittadini stranieri non appartenenti all′unione Europea, nel 90% dei casi bambini con malattie oncologiche, ematologiche, ortopediche, dermatologiche e di chirurgia generale. Avviato dal 2002 il Programma umanitario ha consentito fino al 2008 la cura di 846 persone di cui 755 minori di 18 anni. Nel 2008 provenienti da oltre 50 paesi del mondo sono stati 150 i minori curati e 16 gli adulti.

«Le strutture ospedaliere forniscono le cure mentre i piccoli arrivano attraverso un percorso di assistenza e accoglienza - ha detto il vicepresidente Esterino Montino - che dalla partenza al ritorno nel paese d′origine viene garantito dalla collaborazione con alcune associazioni di volontariato, in particolare la Kim, Nessun luogo è lontano, la Tudisco e la Milena onlus con cui la Regione ha sottoscritto appositi protocolli d′intesa. Di particolare rilievo la collaborazione con un′associazione venezuelana la FTMO che nel 2007 e 2008 ha consentito il trapianto di midollo osseo su 16 bambini e ha avviato una concreta cooperazione sanitaria internazionale che l′obiettivo di formare personale medico nel paese di provenienza consentendo che monitoraggio e le cure successive siano effettuati nel paese di origine dei piccoli».

 

7 milioni e 700.000 gli euro (di cui 2.700.000 attraverso il fondo socio-sanitario a cui si aggiungono 5.000.000 di euro provenienti dal fondo nazionale dei servizi sociali) saranno destinati  alle Asl per i costi del trasporto non sanitario dei pazienti da e per i centri dialisi, degli utenti da e per i centri di riabilitazione ex articolo 26 della legge 833/78 e da e per i centri diurni. «A tale proposito la Regione Lazio ha già chiesto a tutte le Asl di specificare la distinzione tra i costi di trasporto e quelli sanitari - spiega l′assessore regionale alle Politiche sociali Anna Coppotelli - Il contributo sarà assegnato proporzionalmente alle spese di ogni singola Asl. La Direzione Servizi sociali fornirà le linee guida per l′attuazione del Piano».


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...