Accesso rapido

Sabato, 21 Luglio 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Parma - Presentato il primo RSU Legacoop–Confcooperative

bilancio_sociale_410.jpg

Non ci sono frutti senza radici”, è questo lo slogan che ha fatto da sfondo alla presentazione del primo Rendiconto sociale unitario di Legacoop e Confcooperative Parma che si è tenuto  martedì 19 maggio presso la Sala delle Feste di Palazzo Sanvitale (sede della Banca Monte Parma).

Per la prima volta le due maggiori centrali cooperative del territorio parmense si sono messe insieme per presentare alla città un documento in cui sono stati riassunti  i dati e i valori espressi dalle cooperative associate.
«Un momento storico per la cooperazione parmense» ha dichiarato Giovanni Mora, presidente Legacoop Parma dando inizio ai lavori.
Con lo stesso entusiasmo Paolo Bandini, presidente di Confcooperative Parma, ha espresso il suo pensiero: «La cooperazione nella nostra provincia ha una tradizione importante, si è insediata in tutte le zone del territorio, portando lavoro e sviluppo».

Dal rendiconto emergono alcuni dati significativi: nel suo insieme il volume di fatturato realizzato complessivamente dalla Cooperazione nel 2007 risultava pari a 1.516 milioni di euro (comprensivo anche del prodotto delle coop aventi in provincia sedi operative ed unità locali), corrispondente a circa il 13,5% del P.I.L. provinciale, confermando così il territorio parmense come “provincia cooperativa” d’Italia.
I numeri delle due centrali danno i seguenti risultati: 353 aziende per oltre 18 mila lavoratori e 111.700 soci.
A livello tendenziale, dal 2005 al 2007, il numero di soci e di soci lavoratori è aumentato in tutti i
settori. Anche la partecipazione dei soci alla vita aziendale, dato indicativo del controllo
democratico dell’impresa, vanta percentuali importanti che si attestano attorno ad una media del
75%. Questi valori testimoniano quanto il concetto di “responsabilità” sia acquisito e insito nella
cultura cooperativa.

Andrea Zanlari, presidente della Camera di Commercio, ha sottolineato come effettivamente i valori cooperativi siano, oggi, quelli invocati per uscire dalla crisi. Infatti, i principi su cui si fonda la cooperazione sono alla base dell’etica che tutti gli attori economici dovrebbero applicare ai propri comportamenti sul mercato e, inoltre,  la pratica della Rendicontazione Sociale è un altro aspetto fondamentale per uno sviluppo sano dell’economia e della società in quanto implica responsabilità. Senza etica non c’è qualità.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti della settimana

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...