Accesso rapido

Sabato, 26 Maggio 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Frosinone - Emergenza infanzia, troppe telefonate

ragazza_telefono_aiuto_410.jpg

 

Il Lazio al primo posto per numero di interventi effettuati dal servizio 114 emergenza infanzia e Frosinone al terzo posto tra le province della nostra Regione, con ben 27 interventi: troppi bambini ciociari chiedono aiuto.

A renderlo noto, ieri, l′associazione Telefono azzurro durante la presentazione, di un Polo specialistico locale all′ospedale Forlanini (in via Portuense, Roma). Il progetto, un Polo specialistico locale, in via di realizzazione, intende proprio rappresentare un punto di riferimento stabile, affidabile, specializzato nella prevenzione e nella cura dei disagi dell′infanzia e dell′adolescenza.

 

Nel periodo compreso tra il 2006 e l′aprile di quest′anno, sono stati 780 gli interventi sul territorio laziale, 5.300 in tutta Italia.

Nel dettaglio, per province, Roma si attesta prima con 685 interventi, quasi il 90%. A seguire viene Latina con 37 prese in carico, 4,7%, Frosinone con 27 ed una percentuale del 3,5%, Viterbo con 19 interventi, 2,4%. Fanalino di coda la provincia di Rieti con 12 chiamate, 1,5%.

Prendendo, invece, in considerazione le caratteristiche strutturali dei bambini/adolescenti coinvolti nelle situazioni di emergenza segnalate al servizio 114 da Roma, si evidenzia un sostanziale equilibrio tra bambini/adolescenti di sesso femminile e maschile: questi ultimi sono solo di poco più numerosi. Per quanto riguarda l′età, la classe più rappresentata è quella dei bambini di età compresa tra 0 e 10 anni, che raccoglie il 65% dei casi.

Rispetto alla nazionalità, infine, spicca il valore relativo ai minori stranieri: nel 28% circa dei casi l′intervento è stato richiesto per minori di nazionalità non italiana, si tratta di una percentuale consistente, circa un terzo del campione esaminato. Il rapporto, condotto da Telefono Azzurro, in ultimo sottolinea come siano prevalentemente gli adulti a contattare il servizio per segnalare un caso di emergenza, soprattutto quando le situazioni coinvolgono i bambini più piccoli che non hanno le risorse e gli strumenti per far fronte al pericolo.

M.S.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...