Accesso rapido

Mercoledì, 12 Dicembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Troppo comodo 28-05-2018, ore 20:17 scritto da Angelo
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Frosinone - La Caritas lancia l′allarme povertà

marco totiLa Caritas diocesana di Frosinone lancia l’allarme povertà. In un recente intervento il responsabile Caritas Marco Toti ha ammonito le istituzioni e la società civile a non rimanere inerti di fronte ad un aumento non trascurabile di famiglie che entrano nella fascia di indigenza. I centri di ascolto e le strutture di accoglienza diocesani ma anche le singole parrocchie stanno ricevendo richieste di aiuto e sostegno economico sempre più numerose. “Negli ultimi mesi è aumentato di molto il numero delle famiglie che hanno problemi con le utenze, che non riescono a pagare le bollette dell′acqua e della luce” dice Toti che insiste: “cresce anche il numero delle famiglie che si indebitano fino al collo perché accendono anche quattro-cinque finanziamenti per comperare un altro elettrodomestico, una macchina di lusso, la vacanza. Si tratta delle classiche famiglie che magari potrebbero anche condurre una vita normale, ma fanno il passo più lungo della gamba, e anche queste cerchiamo di aiutare, perché tra l′altro sono quelle che più delle altre rischiano di cadere nella morsa degli usurai”. Sono soprattutto questi i nuclei più a rischio secondo la Caritas poiché: “queste persone hanno anche una loro dignità e spesso si rivolgono a noi quando la situazione ormai è cronicizzata, quando i debiti sono tanti e così diventa molto più difficile intervenire”. L’intervento della Caritas il cardinal bagnascolocale arriva in un momento di forte dibattito sul tema acceso dalle parole di monsignor Bagnasco nell’ultimo intervento all′Assemblea generale della Cei che ha avuto ampi echi nel dibattito politico. Ha aperto le danze il presidente della Camera dei Deputati, Fausto Bertinotti, che ha affermato di non essere stupito da una situazione che “sta sta peggiorando, … il mio vero stupore è che ci siano ancora retribuzioni da 1.000 euro”. Ha rincarato la dose il ministro Ferrero secondo il quale "il famoso, o famigerato?, tesoretto dovrebbe andare per il 25% al ripianamento del debito e per il 75% alla spesa sociale. L′impostazione di Padoa-Schioppa e′ radicalmente sbagliata".

Rassegna stampa [area riservata]

La Provincia – Una città sempre più povera [23/05/07]


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...