Accesso rapido

Martedì, 22 Maggio 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Padova - Anche quest′anno il panettone si fa in carcere



Dopo aver vinto il prestigioso "Piatto d′argento" dall′Accademia Italiana della Cucina, prosegue con successo l′attività gestita dalle cooperative sociali Giotto e Work Crossing, coordinati dal Consorzio Sociale Rebus, nella Casa di Reclusione della città di Padova: alta pasticceria artigianale e cartotecnica di raffinata eleganza. I detenuti impastano e sfornano panettoni, colombe e altre prelibatezze, mentre i colleghi del laboratorio di cartotecnica lavorano di precisione e con ricercata perizia per confezionare scatole ed altri oggetti di pregio. Insieme danno vita ad un′esperienza di imprenditoria sociale che attraverso il lavoro, il gusto e la bellezza, propone percorsi di rieducazione e reinserimento sociale.

Quest′anno, oltre alle ricette più classiche, la specialità proposta dai mastri pasticceri del carcere di Padova è il panettone alla birra. «Il panettone alla birra Tabachéra», spiega Luca Passarin, responsabile della linea de I dolci di Giotto, «è stato presentato proprio in questi giorni a Milano a Golosaria 2009, la manifestazione enogastronomica organizzata dal Club Papillon di Paolo Massobrio. È un prodotto altamente artigianale con un ciclo di lavorazione di 72 ore di cui almeno 24 solo di lievitazione». La birra non è un ingrediente diretto dell’impasto; in essa «vengono lasciate a macerare a lungo le uvette e così il sapore luppolato fa da contrappunto alla tradizionale dolcezza del panettone». Volendo poi toccare l’apice del gusto, il panettone viene proposto in abbinamento alla Crema alla Birra Tabachéra, lavorata con ingredienti elementari: zucchero, farina, sale, oltre naturalmente alla Tabachéra stessa.
Per acquistare online i prodotti del laboratorio di pasticceria della Casa di Reclusione di Padova è sufficiente visitare il sito www.idolcidigiotto.it. Nel Lazio i prodotti sono disponibili nei punti vendita:

Gastronomia Pallocci Marina
Poggio Catino (Ri)
Piazza Indipendenza, 45
Tel. 0765.411062

Fiordiluna S.n.c.
Roma
Via Della Lungaretta, 96
Tel. 0664.561314
ilgelatofiordiluna@yahoo.it


Grazie al Cielo S.A.S. di Lucilla Crocini & C.
Roma
Borgo Pio, 184
Tel. 06 6865147
graziealcielo@libero.it

News correlate
Natale - Il miglior panettone d′Italia si fa in carcere [11/12/07]

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...