Accesso rapido

Domenica, 27 Maggio 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Bambini - Nascono le nuove tate, anche a Frosinone

 

Mary Poppins è una tata ormai di vecchio stampo. Non passa mai di moda, ma è invecchiata e anzianotta, soprattutto se la si mette a confronto con le babysitter odierne.
L′assistenza ai bambini, infatti, sta trovando strade alternative da percorrere: è recente la nascita della "tagesmutter" (letteralmente "mamma di giorno").
Tate professioniste accoglieranno fino ad un massimo di cinque bambini nelle loro case. I genitori dei bambini da zero a sei anni potranno sfruttare quella che sembra essere l′alternativa all′asilo nido.
Il ministro delle pari opportunità, Mara Carfagna, ha affermato in merito: "Nel piano per la Conciliazione, già finanziato con 40 milioni di euro, abbiamo previsto 10 milioni per la formazione e l’avvio dei progetti di tagesmutter. Contiamo di finanziare la creazione di oltre 700 tagesmutter. Ogni progetto durerà almeno 24 mesi. Con 5 bambini per tagesmutter, saranno raggiunti dal servizio 3.520 piccoli in un solo anno".
L′asilo familiare è gestito da mamme opportunamente preparate per svolgere il compito richiesto tramite corsi di formazione.
Nonostante questa nuova tata rappresenti una novità per gran parte degli italiani, in realtà è già stata sperimentata in qualche regione.
Anche il Consorzio Parsifal, in collaborazione con la cooperativa Finisterrae, ha attivato da tempo il servizio. Il nido familiare, infatti, rappresenta una valida alternativa ai costi, agli orari e ai pochi posti disponibili negli asili. Ma è anche una possibilità, per le donne di oggi, di conciliare maternità e lavoro.

Informazioni
www.nidofamiliare.org

Mi.Mi.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...