Accesso rapido

Lunedì, 22 Ottobre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Ecomafie - Presentato il dossier 2010 da Legambiente



Secondo un dossier di Legambiente, dal nome "Ecomafie 2010", presentato a Roma, sono in aumento i reati legati ai rifiuti, al cemento, al commercio e lo sfruttamento di animali. Al primo posto con le statistiche più alte che si riferiscono al 2009, c′è la Campania, al secondo il Lazio. Dai dati risulta che aumentano gli arresti (316), gli illeciti accertati (25.776), le persone denunciate (28.472), i sequestri effettuati (10.737), nonchè una decisa impennata nel settore rifiuti (5.217) e una calo nel ciclo del cemento (7.463). In crescita anche i reati contro fauna (+58% ) e contro l′ambiente marino e costiero. Un giro d′affari quindi di circa 20 milioni di euro, nonostante la presenza della crisi. La sintesi si riferisce alle attività svolte da Guardia di Finanza, Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Corpi Forestali Regionali, Capitanerie di Porto, Agenzia delle Dogane, Direzione Investigativa Antimafia. Riguardo il Lazio, Legambiente segnala i danni maggiori in ambito faunistico, in particolare con il rischio sempre maggiore di infiltrazioni dei clan, soprattutto nel Sud Pontino. Latina si attesta addirittura al terzo posto nella classifica provinciale del ciclo del cemento in Italia.
I numeri sull′illegalità ambientale sono i seguenti: Campania, con 4.874 infrazioni accertate, seguita da Calabria, con 2.898 infrazioni e Puglia con 2.674 infrazioni. Poi Sicilia con con 2.520 infrazioni e Liguria con 1.231 reati. Le zoomafie aumentano (2.933 persone denunciate, 52 arrestate, e 2.836 i sequestri): "Dai piccioni viaggiatori corrieri della droga ai combattimenti tra cani, dalle corse clandestine di cavalli al traffico di specie protette, fino alla passione dei boss per le fiere da esporre per vanità o per intimidire le vittime".

Fonte: Agenzia DIRE

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...