Accesso rapido

Mercoledì, 21 Febbraio 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra
Emo 2017 24-09-2017, ore 09:18 scritto da Matti
Licenza media 23-08-2017, ore 11:37 scritto da Ned
educatore professionale 18-08-2017, ore 11:55 scritto da Michela
Amico Grande 07-06-2017, ore 22:20 scritto da L.P.
OSS 31-05-2017, ore 20:55 scritto da morena

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Lazio - Il Codacons denuncia: alte le spese per libri scolastici



Il Codacons dopo un′indagine a campione sulle scuole di Roma e del Lazio, lancia in alto la denuncia: è stato pubblicato l’elenco dei libri di testo per il prossimo anno scolastico e «nel 65% dei casi non è rispettato il tetto spesa previsto dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. Si prevede, infatti, che la spesa supererà addirittura i 400 euro a studente».
Una spesa che aumenta anche in relazione alla riforma voluta dal ministro Gelmini che prevede l′aumento delle materie scolastiche.
Il Codacons ricorda che, «dopo aver introdotto la circolare che impedisce di cambiare libri, il ministero dell′Istruzione aveva sostenuto che entro il 2012 le famiglie avrebbero speso il 30% in meno per l′acquisto dei libri scolastici, una cifra che il Codacons denunciò subito come lunare».
Un risparmio che, secondo le previsioni del Miur, sarebbe dovuto derivare anche dall’adozione dei libri misti e dei libri misti multimediali.
Materiali, questi, che dovrebbero aprire la strada agli e-book, ma che non hanno affatto costi più bassi.
Secondo Carlo Rienzi, presidente del Codacons, «o il tetto ministeriale è basso e allora avrebbero dovuto rivederlo prima che genitori e ragazzi scoprissero i reali costi da sostenere, oppure sono le scuole che non rispettano le direttive ministeriali e allora ci aspettiamo che il ministro Gelmini intervenga e prenda provvedimento in merito».

Fonte: Dire

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...