Accesso rapido

Lunedì, 15 Ottobre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

Recensioni - libri, riviste e film sul sociale

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Morire per la Coca-Cola

Autore: Mark Thomas

Editore: Internazionale

Prezzo: 3,00

Voto:

Internazionale è sempre stato attento ai temi della responsabilità sociale. Nel numero di questa settimana, però, fa tanto di nome e cognome in copertina. Il nome della Coca Cola Company, il cui solo marchio vale oggi 65 miliardi di dollari. L’articolo tradotto da The Guardian è di Mark Thomas, che accusa la multinazionale di Atlanta di aver stretto una solida alleanza con i gruppi paramilitari colombiani per ridurre i diritti dei lavoratori impiegati negli impianti di imbottigliamento del Sud America.

un manifesto della campagna killer cola 

Non si tratta solo di intimidazioni al Sinaltrainal, il sindacato del settore alimentare, ma di estorsioni, rapimenti e omicidi. All’interno, un articolo di Efraim Medina Reyes estende l’accusa a Drummond, Nestlé e Chiquita Brand. Quest’ultima è stata condannata per aver finanziato gruppi paramilitari responsabili di aver commesso stragi tra il 1997 e il 2004 nella regione dell’Urabà. Ma 25 milioni di dollari di multa a fronte di miliardi di dollari di utili sono un buonissimo affare.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...